Lugagnano: Il Comune realizza il senso unico su via Molinara, il progetto è del 2014

Ascolta questo articolo

Da anni si susseguono le polemiche sulla questione del traffico che attraversa la stretta ed angusta via Molinara a Lugagnano, e sono state molte le lettere arrivate al Baco da parte dei residenti, che segnalano la pericolosità di quella strada, soprattutto per pedoni e ciclisti.

Il problema si è aggravato negli ultimi mesi, quando a causa dei lavori per la realizzazione della TAV la chiusura del sottopasso della Rampa, che collega Lugagnano con Caselle, ha spostato tutto il traffico su via Mincio e, conseguentemente, aumentato in maniera importante il transito proprio su via Molinara.

Finalmente dal colle di Sona qualcosa si muove per la soluzione di questo problema. Con un atto di indirizzo di questi giorni, la Giunta di Sona ha dato il via all’istituzione del senso unico su via Molinara (nella foto, con i primi segni propedeutici alla realizzazione del senso unico). Si tratta di un progetto annunciato ancora nel 2014, sei anni fa, e che trova ora attuazione.

Proprio a causa del peggioramento della situazione viabilistica in quell’area a causa dei lavori per la TAV, anticipando i piani di iniziativa privata che porteranno anche alla realizzazione di una ciclabile, l’Amministrazione ha infatti deciso di creare il senso unico tanto atteso, per limitare il traffico di passaggio e garantire di conseguenza maggior sicurezza a pedoni e ciclisti che su quella strada continueranno a transitare.

Il senso unico verrà realizzato nelle prossime settimane nel tratto più stretto e pericoloso di via Molinara, ovvero dall’incrocio con via Cattaneo sino all’innesto su via Mancalacqua, nella direzione da Sona verso Lugagnano.

Contestualmente verrà attivato un senso unico su via Po, nella direzione nord-sud, dove saranno anche creati stalli di sosta lungo la via sul lato ovest.

Con la realizzazione del percorso ciclabile legato al Piano degli Interventi, verranno coinvolte anche le altre vie prospicienti questa strada, in modo da dare maggior sicurezza e vivibilità all’intero quartiere.