Lugagnano: giovedì serata di sport in Baita Alpini: Giampaolo “Papo” Bendinelli racconta la sua vita di ultra atleta. Oltre ogni limite umano

Nuovo appuntamento per le interessanti serate di approfondimento storico e culturale che vengono periodicamente organizzate dal Gruppo Alpini di Lugagnano presso la loro bella Baita in via dei Caduti del Lavoro 4. Una rassegna di grande valore, che vede Il Baco da Seta nel ruolo di media partner.

Giovedì 21 novembre si tiene una serata per raccontare, attraverso la voce del protagonista stesso, le incredibili imprese sportive al limite della resistenza umana di Giampaolo “Papo” Bendinelli.

Il panettiere e super atleta di Lugagnano è ormai noto a livello nazionale per i suoi traguardi. L’ultimo è stata la partecipazione lo scorso agosto alla “Swisseultra”, Deca-Ironman Ultratriathlon sulle Alpi svizzere di Sangallo. Si tratta di una pazzesca prova sportiva da completare in dieci giorni, in cui gli atleti hanno coperto complessivamente le distanze di 40 chilometri a nuoto, 1.800 chilometri in bicicletta e oltre 420 chilometri di corsa.

Giampaolo nel 2016 ha anche ottenuto in Gran Guardia a Verona il riconoscimento del Premio Cangrande, assieme a Luca Toni, la Pellegrini, Mandorlini e Giani. Bendinelli nel 2017 ha pure raggiunto il record italiano nella specialità del PentaIronman.

“Questa affascinante serata – spiega il Capogruppo degli Alpini di Lugagnano Fausto Mazzi – servirà per dare un esempio forte di come nella vita l’entusiasmo e la voglia di fare, di realizzare progetti e di raggiungere obiettivi ci può spingere a guardare sempre oltre”.

La conferenza ha inizio alle ore 20.30 e al termine, come da tradizione, gli Alpini di Lugagnano offriranno un gustoso piatto a tutti i presenti.

Sul prossimo numero del Baco proporremo proprio un’intervista esclusiva a Giampaolo, nella quale ci racconterà la sua ultima impresa. E molto altro.

La Redazione

About La Redazione

Il Baco da Seta nasce del 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews

Related posts