Lugagnano diventa per due giorni la capitale dei Bersaglieri. Si inaugura anche il monumento

Evento di grande evidenza quello che sabato e domenica prossimi interessa Lugagnano.

Sabato 26 e domenica 27 settembre, infatti, si tiene nella frazione il Raduno Regionale dei Bersaglieri.

Il programma, molto nutrito, della due giorni prevede sabato 26 alle ore 10 un incontro con gli alunni della scuola media Frank di Lugagnano sul tema: “Ruolo dei Bersaglieri nella Grande Guerra”, a cura della Presidenza Provinciale A.N.B. di Verona. Alle 16, poi, si tiene una conferenza presso salone Parrocchiale di sul tema: “I Bersaglieri nella Grande Guerra”, con relatore il Generale Luigi Scollo. Si chiude alle ore 18.30 con la Messa con la presenza delle autorità.

manifesto  manifestazione bersaglieri lugagnanoDomenica 27 alle 9 ammassamento presso la tensostruttura del Circolo Tennis di Lugagnano, alle 10.20 alzabandiera e deposizione corona al Monumento dei Caduti,  alle 11 inaugurazione e benedizione del Monumento ai Bersaglieri e deposizione corona, alle 12 sfilata a passo di corsa per le vie di Lugagnano e alle 13 pranzo cremisi presso la tensostruttura Circolo Tennis di Lugagnano.

Momento di grande rilevanza sarà proprio quello dell’inaugurazione del nuovo Monumento ai Bersaglieri – realizzato dallo scultore Rosolino Gasparini – che è posizionato nello spazio verde accanto alle Poste di Lugagnano e all’antica chiesetta del vecchio cimitero.

Il Corpo dei Bersaglieri venne istituito, con regio brevetto del 18 giugno 1836, da Carlo Alberto di Savoia su proposta dell’allora capitano del Reggimento guardie Alessandro La Marmora, e ricevette il battesimo del fuoco l’8 aprile 1848 nella battaglia di Goito durante la Prima Guerra di Indipendenza italiana.

Il compito assegnato alla nuova specialità prevedeva le tipiche funzioni della fanteria leggera – esplorazione, primo contatto con il nemico e fiancheggiamento della fanteria di linea (senza però schierarsi e frammischiarsi con quest’ultima) – ma si caratterizzava, come nelle intenzioni del suo fondatore, per un’inedita velocità di esecuzione delle mansioni affidate ed una versatilità d’impiego che faceva dei suoi membri, ancorché appiedati, oltreché dei cacciatori, anche delle guide e dei guastatori ante litteram.

All’evento di sabato e domenica prossimi – che è patrocinato dal Comune di Sona – saranno presenti il Presidente Nazionale Generale dei Bersaglieri Marcello Cataldi, il Corpo Bandistico di Sona, la Fanfara dei Bersaglieri di Bedizzole e la Fanfara dei Bersaglieri di Verona.

A fare da padroni di casa della due giorni il Gruppo Bersaglieri di Lugagnano, che per l’occasione ha pubblicato un bel libretto che celebra l’evento anche attraverso alcune canzoni della tradizione dei Bersaglieri.

.