Lugagnano: attenti alla truffa dello specchietto, già due i casi

Arriva in queste ore in Redazione la segnalazione che a Lugagnano si sono verificati in questi giorni alcuni casi – due, accertati, in via Fiume ed in via De Gasperi – di quella che è ormai nota, anche a seguito di un servizio de Le Iene, come la “truffa dello specchietto”.

Come funziona questo raggiro? Semplice, si parcheggia una macchina con lo specchietto già rotto precedentemente in un punto di passaggio stretto, poi si aspetta che la potenziale vittima passi da lì. Nel frattempo viene provocato un rumore lanciando un sassolino e così parte l’inseguimento: fermata la vittima, il truffatore spiega cosa è accaduto. Passando, e forse senza accorgersene, gli ha rotto lo specchietto. Nel frattempo un complice chiude lo specchietto della macchina del malcapitato per rendere l’incidente verosimile. Così si iniziano le trattative: anziché interpellare l’assicurazione, il truffatore propone di pagare una piccola cifra in contanti. In genere si tratta di qualche centinaia di euro. Addirittura si finge pure la chiama ad un carrozziere che fa, velocemente, un preventivo al telefono. E alla fine la vittima della truffa, magari presa alla sprovvista e disorientata dalla sicurezza di chi gli sta di fronte, paga.

E’ il caso quindi di prestare massima attenzione a questa possibile truffa, ed in caso ne fossimo vittime o testimoni avvisiamo immediatamente i carabinieri.

 

Articolo precedenteDomenica 30 passeggiata sulle colline di Palazzolo, organizza La Torre
Articolo successivoSempre parcheggio selvaggio a Lugagnano
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews