“L’Italia sta ripartendo”, interessante confronto tra PD ed operatori economici a Sona

Ascolta questo articolo

Venerdì 6 novembre presso la Sala Consigliare a Sona la Lista Civica Nuove Prospettive ed il Partito Democratico hanno tenuto una conferenza sul tema delle riforme del Governo Renzi e delle relative opportunità per il sistema economico veronese.

Presenti all’incontro alcuni operatori economici del territorio, “portatori di interessi”. Marco Residori titolare dell’Hotel Antico Termine, Gianfranco Tietto presidente del NAL, Maria Teresa Giacomazzi presidente Mag-Servizi, non Profit, Angelo Venturelli agricoltore ed allevatore, Francesca Sartori libera professionista e Federico Cozza Titolare Leaderform.

Gianni Dal Moro
Il deputato del PD Gianni Dal Moro

Erano presenti al tavolo degli organizzatori l’Onorevole Gianni Dal Moro, deputato del Partito Democratico, Alessio Albertini Segretario Provinciale del PD, Enrico Cordioli Capogruppo Consiglio comunale PD e Np, oltre al moderatore della serata Alfredo Forlin.

L’incontro è stato organizzato con la seguente modalità:  gli invitati a più riprese sono stati chiamati ad indicavano i problemi e le aspettative del settore nel quale operano, con l’intento di ottenere dal Parlamentare informazioni e chiarimenti alla luce dell’attività politica in corso e futura del Governo Renzi. L’On. Dal Moro avrebbe fornito successivamente informazioni e delucidazioni.

Variegati gli aspetti messi in  luce dai i singoli interventi. Ciascuno dagli operatori economici infatti ha fornito una angolazione diversa delle problematiche sul tappeto.

Comune la richiesta al Governo di ulteriori interventi per incentivare i consumi, con i tagli ai costi del settore pubblico ed alla messa in campo di riduzione della tassazione e di semplificazioni burocratiche.

Molto sentito il problema del ruolo delle banche che, ingabbiate in una normativa rigida, non finanziano aziende che sarebbero in grado di uscire dallo stato di crisi e quello dei tardivi pagamenti da parte  dei Comuni e dallo Stato, oltre che dai privati.

L’on. Dal Moro, rispondendo a più riprese agli interlocutori, ha fornito un quadro problematico della situazione economica, ma con una buona vena di ottimismo. Ha dichiarato che tale ottimismo è consentito dall’analisi dei dati dell’ aumento dei consumi privati e dell’energia elettrica da parte delle aziende e dell’aumento dei livelli dei risparmi dei privati, segno che sta veramente cambiando la situazione complessiva, per la prima volta dal 2008, dopo una crisi che ha comportato una perdita del 10% del PIL. 

Un altro dato, non statistico, ma da indagine di mercato, segnala che la fiducia degli italiani sta crescendo ed è passata da alcuni mesi dal 39% (prendendo come parametro la Germania che è data a 100%) al 53%, a fronte di una Francia che è al 60%  ed una Spagna che è al 45%.

Dopo avere illustrato le leggi già approvato dal Governo, dagli interventi economici a favore del lavoro e della scuola e la riforma delle Istituzioni e della legge elettorale, il Parlamentare ha affermato che ora il Governo si sta concentrando sull’avvio delle Grandi Opere, per ottenere assieme all’attività dei Comuni che potranno utilizzare risorse di cassa, escluse fino ad ora dal loro utilizzo dal Patto di stabilità, un rilancio economico più convincente.

Un elemento essenziale perché il tutto abbia successo è legato, secondo il Parlamentare, alla crescita della fiducia dei cittadini perché il Governo da solo non lo può fare.

Ben strutturato l’incontro, che ha destato molto interesse fra i presenti per la varietà degli interventi e la corposa quantità di informazioni e di valutazioni fornite dall’On. Dal Moro.

.