L’intervista. Giancarlo “El Bustri” Parolini e Sonia Cordioli: Tzigani di Lugagnano per passione (e tradizione)

“Tanti e tanti secoli fa una carovana di zingari ebbe a transitare nella piana di Lucunianus (Lugagnano). Fermatasi per dar modo ad alcune delle loro donne di partorire, s’integrarono pacificamente con gli abitanti del luogo, sparsi nella zona, formando così un centro abitato. Questa, per sommi capi, è la leggenda che si è tramandata di generazione in generazione e che ha dato lo spunto per la creazione della maschera del nostro carnevale, lo Tzigano”.

Ho volutamente ripreso le prime righe del racconto  che potete leggere nella pagina principale del sito dell’associazione Carnevale Benefico di Lugagnano – racconto del tutto inventato, ma si parla di carnevale, d’altra parte, e un po’ di folklore è necessario – introducendo così la piacevole chiacchierata avuta con gli attuali Tzigani Giancarlo Parolini detto “El Bustri” e Sonia Cordioli ed ho scoperto, come già molti di voi sapranno, che lo scettro dello Tzigano avevano già avuto l’onore di possederlo per ben tre mandati, nel 2010, 2013 e 2019.

Di fatto i nuovi Tzigani sono di casa nell’associazione ma nonostante ciò la voglia di mettersi in gioco e, soprattutto, a disposizione per l’impegnativo periodo carnevalesco non manca.

Qual è la sensazione nel ritrovarsi ancora una volta nelle vesti della maschera dello Tzigano?
Siamo molto felici di essere stati rieletti, una grande soddisfazione davvero, anche se ovviamente tutti i candidati presenti erano ampiamente all’altezza del ruolo. È la quarta volta che ci scelgono come Tzigani ed ora ci aspetta un periodo intenso ma anche molto piacevole.

Periodo che, almeno nella frazione, si concluderà con la sfilata di domenica 19 marzo, pronti e carichi?
Si, assolutamente. Lugagnano risponde bene alle consuete iniziative carnevalesche, pertanto non vediamo l’ora di vivere questi ultimi giorni che portano alle giornate del 17, 18 e 19 marzo dove saremo molto impegnati.

Qual è il programma?
Venerdì sera ci sarà la cena di gala delle Associazioni aperta a tutti, ovviamente su prenotazione, il pomeriggio la sfilata alla Grande Mela ed a seguire la Festa della Mascherina sotto il tendone del pala tennis di Lugagnano (con inizio alle 17 circa, NdR), festa in maschera poi la sera, infine domenica la Grande Sfilata dalle ore 14 lungo le vie del paese.

Una piccola curiosità. Ho letto, sempre sul sito dell’associazione, che nel 2007 è stato eletto Cordioli Elio: parente?
Molto più che parente, è il papà di Sonia che, insieme alla mamma Giardini Gelmina, ha sfilato fino al 2011. Nel 2007 è stato eletto e correva il 25esimo anno di nascita dell’associazione.

Giancarlo “El Bustri” Cordioli e Sonia Rudari sfilano da Tzigani a Lugagnano nel 2013. Sopra, gli Tzigani al Bacanal del Gnoco di quest’anno.

Che bella cosa, questo passaggio generazionale. So che siete genitori anche voi, le vostre figlie seguiranno le vostre orme e parteciperanno anche loro oppure trovate sia difficoltoso coinvolgere le nuove generazioni?
Purtroppo, confermo, è molto difficile trovare nuove persone quindi soprattutto ragazzi che vogliano approcciarsi a questa realtà ma è anche comprensibile perché sono gli anni del divertimento, della spensieratezza e, seppur ciò che facciamo abbia come fine proprio questo, ci sono anche gli aspetti organizzativi che anche se condivisi richiedono comunque la partecipazione e la disponibilità. Ma non demordiamo, magari chissà, tra qualche anno potrebbero stupirci.

Nel frattempo, ricordiamo ancora una volta gli appuntamenti che iniziano con il prossimo venerdì 17 marzo con la cena di gala durante la quale ci sarà la partecipazione di autorità civili, religiose e carnevalesche nel palatenda di largo Weiler. Sabato 18 marzo festa in maschera con cena a buffet e domenica 19 marzo grande sfilata per le vie della frazione a partire dalle ore 14. Un carnevale ancora tutto da vivere.

Erica Ederle
Da quasi 15 anni Lugagnano è per me e la mia famiglia divenuta casa. Sono nata il 6 aprile 1981, mamma pasticciona, mi definisco un’accanita fan della vita. Mi piace modificare la mia prospettiva sul mondo e sulle cose e considero i cambiamenti fonte di potenti opportunità (ovvero adoro mettermi continuamente in discussione).