“Light Attack” nel Comune di Sona, venerdì il secondo appuntamento per ragazzi dai quattordici ai diciotto anni

Si chiama “Light Attack” ed è l’ultimo progetto del Servizio Educativo del Comune di Sona, in cui vengono coinvolti giovani dai 14 ai 18 anni che stanno frequentando la scuola secondaria di secondo grado.

Si tratta di un vero e proprio attacco di luce con lo scopo di illuminare i monumenti e gli spazi da valorizzare sul nostro territorio, possiamo anche definirlo un “live game” dove i ragazzi creano un progetto temporaneo di luce su facciate di edifici, aree verdi o altri siti scelti insieme a loro per mostrare alla popolazione come con la fantasia applicata all’uso delle torce a led e filtri colorati è possibile cambiare l’immagine di un luogo.

Ma se è una attività temporanea come possono mostrarla ad altri? Questa forma d’arte prende spunto dai flash-mob, vive di passa parola e dei social per divulgare quanto realizzato tramite la fotografia oppure i video: per questo crediamo che questa attività possa coinvolgere anche i ragazzi con fragilità. L’assessore Monia Cimichella, a tal proposito, afferma: “utilizziamo la luce anche come simbolo in questi ultimi tempi che paiono sempre meno carichi di entusiasmo, non solo da parte dei ragazzi ma anche di noi adulti. La luce è fonte di bellezza e la creazione di spazi belli o da abbellire porta benessere. Partiamo con la luce per arrivare al risveglio della creatività che diventa contagiosa per tutti noi, perché di questo si sente la necessità impellente”.

Il primo incontro si è svolto venerdì 18 novembre scorso, dove è stato presentato il progetto ai ragazzi e, con il contributo dell’esperto e appassionato di luce Giorgio Butturini, light designer, sono stati introdotti alcuni concetti teorici sulla luce e successivamente fatte le prime prove di utilizzo delle torce presso il parco Villa Trevisani-Calderara di Sona.

Il prossimo incontro si tiene venerdì 2 dicembre dalle 19 alle 20.30. Ci sono posti liberi sia per l’utilizzo delle torce sia come fotografi. I requisiti richiesti ai ragazzi sono un abbigliamento consono per passare un’ora all’aperto e voglia di stupire con i colori, la strumentazione verrà fornita dagli organizzatori.

Per ulteriori chiarimenti si può contattare il Servizio Educativo Territoriale al numero 0456080155 oppure via mail a serviziosocioeducativo@comune.sona.vr.it.

Erica Ederle
Da quasi 15 anni Lugagnano è per me e la mia famiglia divenuta casa. Sono nata il 6 aprile 1981, mamma pasticciona, mi definisco un’accanita fan della vita. Mi piace modificare la mia prospettiva sul mondo e sulle cose e considero i cambiamenti fonte di potenti opportunità (ovvero adoro mettermi continuamente in discussione).