Legittima difesa e possibilità di difendersi in casa. A Sona si raccolgono le firme per la proposta dell’IDV

Ascolta questo articolo

Da qualche giorno si raccolgono anche nel Comune di Sona le firme per cambiare le norme oggi esistenti in Italia sulla legittima difesa.

La proposta di legge di iniziativa popolare è stata lanciata dall’Italia dei Valori e chiede un aumento della pena per chi si introduce nel domicilio (da 2 a 6 anni).

La proposta, inoltre, chiede soprattutto che dentro la propria abitazione ci si possa difendere come si vuole e che quindi non sia possibile essere denunciati per eccesso di legittima difesa.

L’iniziativa propone anche che non sia mai previsto un risarcimento del danno per il ladro o per la sua famiglia.

Le firme si raccolgono presso le anagrafi comunali di Sona e Lugagnano in orario d’ufficio, fino al 26 di maggio.

.