Lega e Verona domani contro l’Amministrazione di Sona per il concerto di Massimo Pericolo: un patrocinio che non s’ha da fare

La polemica sollevata in questi giorni dal circolo territoriale “Zona Lago” di Progetto Nazionale in merito alla presenza di Alessandro Vanetti, in arte Massimo Pericolo (nella foto), tra gli artisti che si esibiranno al MAG festival di Sona ha dato origine inevitabilmente a risvolti politici all’interno della politica sonese.

Il Gruppo consiliare di minoranza “Lega–Salvini premier” e il neo-costituito (anche se non ancora ufficializzato in Consiglio comunale) “Verona domani per Sona”, di cui abbiamo recentemente scritto attraverso un’intervista corale, hanno presentato delle comunicazioni al Sindaco Mazzi e al Presidente del Consiglio Mattia Leoni sulla concessione del patrocinio all’evento.

Entrambe le parti chiedono all’Amministrazione comunale se è “a conoscenza dei messaggi che gli ospiti della serata propongono con i testi delle loro canzoni”. A parere dei due gruppi di minoranza, infatti, l’iniziativa entra “in contrasto con i principi etico-morali di solidarietà, coesione sociale, di sussidiarietà, di equità regolati anche e soprattutto dalla nostra Carta Costituzionale”, dato che nei testi di Massimo Pericolo “si inneggia chiaramente all’uso e/o spaccio di droghe”, venendo “palesemente a mancare tutte le prerogative per la concessione di patrocinio”.

L’interpellanza della Lega condivide quanto scritto nella lettera indirizzata al Sindaco Mazzi da parte di Matteo Tinelli di Progetto Nazionale sul fatto di “devolvere le somme eventualmente ricevute per i suddetti affitti in beneficenza ad enti e/o strutture che si occupano di combattere l’uso e le dipendenze da ogni tipo di droga”.

Qualora l’Amministrazione Comunale intenda perseguire in questo patrocinio – si legge nella conclusione dell’interpellanza della Lega –, segnaleremo il fatto alla Corte dei conti, nonché alle Autorità competenti”.

A breve è attesa una presa di posizione ufficiale dell’Amministrazione comunale sulla concessione del patrocinio e sulla propria posizione in merito all’evento. Che la maggioranza possa fare passi indietro sul conferimento del patrocinio è un fatto dubbio o che, comunque, potrebbe destare qualche perplessità, dato che – ad esempio – nelle storie sul profilo Instagram ufficiale del Comune di Sona è stata più volte condivisa e pubblicizzata la locandina dell’evento.

Gianmaria Busatta

About Gianmaria Busatta

Nato nel 1994 e residente a Lugagnano, ha conseguito la maturità presso il liceo classico Don Mazza (VR), è laureato in Economia e commercio ed in Banca e Finanza presso l'Università degli studi di Verona, lavora presso la società di revisione Deloitte & Touche. Grande interesse per eventi culturali e politici, ha come passione più forte il cinema. Ha frequentato il corso Tandem "Cinema e letteratura" presso l'Università di Verona e diversi seminari sulla cinematografia presso la Biblioteca Civica di Verona.

Related posts