Le Foto: “Sona Food and Wine Festival”, un evento importante per la promozione del territorio

Dopo la fortunata esperienza della scorsa edizione, il “Sona Food and Wine Festival” quest’anno ha raddoppiato offrendo due fine settimana di ottimo intrattenimento, dal 9 al 12 e dal 16 al 19 giugno.

Tenutasi come lo scorso anno presso il Palapesca di Sommacampagna, anche la manifestazione di quest’anno si è caratterizzata come un vero e proprio festival del gusto, con obiettivo prezioso la promozione e la diffusione delle eccellenze enogastronomiche del territorio di Sona e non solo.

Ottimamente organizzato dalla Pro Loco di Sona, con il prezioso e qualificato lavoro di tantissimi volontari di tutte le età, l’evento ha goduto del patrocinio del Comune di Sona e ha visto la collaborazione dalla Consulta delle Attività Produttive del Comune di Sona, una rete di professionisti che vivono o hanno attività sul territorio e che hanno messo le proprie competenze (gratuitamente) a disposizione della comunità.

Tra le proposte gastronomiche di questa edizione ha spiccato il risotto con tartufo nero della Lessinia e Monte Veronese stravecchio, mentre a grande richiesta sono tornati i cavalli di battaglia della cucina del territorio: i bigoli con le sarde o con l’anatra e i tortellini burro e salvia. Grande successo anche quest’anno per la “Bistecca dell’amicizia”.

Di livello la proposta musicale durante tutta la manifestazione, che ha contribuito assieme all’ottimo cibo e a vini eccellenti ha richiamare una vera folla ad ogni serata del Festival. Anche la redazione del Baco si è concessa una pausa nella preparazione del nuovo numero, con una cena di gruppo nel secondo fine settimana dell’evento.

Non sono mancati poi gli spazi dedicati all’animazione per i più piccoli, con laboratori, e molte altre iniziative che hanno impreziosito il festival. Ed ora gli organizzatori già pensano all’edizione del prossimo anno. L’idea è sempre di più quella di trasformare il Festival in un evento stabile e di grande richiamo dell’estate veronese.

Le foto del servizio sono dello Studio Fotografico Mario Pachera di Lugagnano.