Le fondamentali nozioni di Primo Soccorso a disposizione dei cittadini, si inizia sabato mattina a Lugagnano

Sanitäter mit bewusstloser Person

Dalla collaborazione tra S.O.S. e l’Assessorato alle Politiche Sociali del Comune di Sona nasce la proposta di una serie di incontri formativi rivolti alla cittadinanza. Si parlerà di disostruzione delle vie aeree in età pediatrica, un argomento molto sentito da genitori ed educatori dei bambini che frequentano gli asili nido e le scuole materne.

All’interno di questo corso si parlerà di  come comportarsi in circostanze di emergenza che coinvolgono i bambini, con particolare riguardo all’ostruzione delle vie aeree che è una tra le cause principali di morte accidentale in età pediatrica. Sono incontri che si sviluppano in 2 parti : una teorica (lezione frontale) ed una pratica (per chi interessato) con prove pratiche su un manichino. L’incontro ha una durata di circa 2 ore.

La formazione al cittadino è uno preciso dovere statutario del S.O.S. ed è anche una attività che, più di qualsiasi altra, stimola e gratifica l’Associazione: L’obiettivo dichiarato è promuovere e sviluppare occasioni per aumentare la conoscenza della cultura del Primo Soccorso. Sviluppando in questo modo anche senso civico diffuso.

Proprio sul nostro sito è presente una sezione denominata “Pillole di primo soccorso” che ospita video od altro specifico su questo argomento. Ad oggi è possibile visionare il video sulla Catena del Soccorso, la base della teoria dell’approccio all’emergenza sanitaria. E’ una sezione curata nei contenuti dal S.O.S. e che trova nel nostro sito un ottimo veicolo di divulgazione.

Vogliamo continuare a sostenere iniziative che mirano alla formazione in ambito socio-sanitario – dichiara il Vice Sindaco Caltagirone con delega alle Politiche Sociali e alla Sanità. – Dopo aver fornito tutti i plessi scolastici di defibrillatori automatici e aver formato decine di docenti e semplici cittadini (prossimo obiettivo: un Comune Cardioprotetto)  ringrazio il SOS di Sona per aver nuovamente messo a disposizione le proprie competenze e professionalità per questa iniziativa che è rivolta soprattutto alla sicurezza delle fasce deboli, i bambini appunto. E’ importante sottolineare che nella prima sessione del 30 settembre, prenderanno parte al progetto anche le giovani madri ospiti di Casa Iride (Centro di Accoglienza Straordinario) di Lugagnano, proprio nell’ottica di poter fornire loro concreti segni di inclusione sociale e avvicinamento alle attività del territorio.

La prima uscita è prevista già per sabato prossimo 30 settembre dalle ore 9.30 alle ore 11.30 presso la baita Alpini di Lugagnano in via Caduti del Lavoro 1.

Le sessioni successive si terranno martedì 14 novembre a Sona presso la sala civica ex-canonica (in piazza sopra le poste) ore 20.30-22.30 e sabato 25 novembre ore 9.30-11.30 presso la baita Alpini di Palazzolo in via Belvedere.

Per partecipare è necessario telefonare al Servizio educativo del Comune di Sona al numero 045.6080155 in orario 09-12 o via mail f.faccincani@comune.sona.vr.it