L’associazione “Tempo Libero Anziani” di Lugagnano ha festeggiato l’impegno dei soci più longevi

E’ sempre molto impegnativo e stimolante parlare dell’associazionismo a Sona. Sono più di cento i gruppi e le associazioni dedicate ai più svariati interventi nella comunità, e comunque sempre a favore delle persone più fragili.

Quello di Sona è un tessuto fortunato, ricco di iniziative e di mille sensibilità.

Una delle più attive è sicuramente l’associazione “Tempo Libero Anziani” di Lugagnano, che qualche giorno ha festeggiato e premiato fa l’opera preziosa di alcuni volontari, impegnati da ben venticinque anni nel servizio all’associazione, praticamente dalla sua costituzione.

I premiati sono Adriano Dal Barco, che è anche il presidente, Mara Cameraria, segretaria dell’associazione, Enzo Benamati e Luigi Andreoli.

Abbiamo colto l’occasione di questa ricorrenza per fare alcune considerazioni con il presidente Dal Barco e la segretaria Cameraria. Dalla discussione è emerso come sia centrale il lavoro del gruppo per combattere il rischio di isolamento, che si verifica spesso tra gli anziani, e per creare un ambiente accogliente che rimanga sempre fortemente inserito nella vita della comunità.

Mara Cameraria vanta anche una lunga storia di volontariato nella croce verde e nell’associazione ACAT, che si occupa di dipendenze da alcol e da altri stili di vita rischiosi come il fumo, il gioco d’azzardo e la droga.

Ora l’associazione “Tempo Libero Anziani” conta 150 soci, con una frequenza giornaliera di partecipanti alle varie attività proposte come yoga per anziani, bocce e gioco delle carte di 50/60 persone. Recentemente è stato lanciato anche il corso “Allenalamente”, in collaborazione con il Comune di Sona.

Presidente e segretaria hanno poi espresso la volontà, con l’aiuto dei soci e di tutta la comunità, di proseguire e implementare le attività e i momenti di accoglienza nell’interpretazione forte delle esigenze di una fascia di età importante, e sempre in aumento, di cittadini.

Sicuramente un esempio di volontariato importante nel territorio di Sona.

Nella foto, tre dei quattro premiati (manca Luigi Andreoli) insieme all’assessore del Comune di Sona Monia Cimichella.

Renato Farina
Nato a Sona nel 1951 e ivi residente, sposato con due figlie, è stato Assessore dal 1985 al 1990 nel partito di De Gasperi e Consigliere Comunale dal 2003 al 2013 in liste civiche. Ha lavorato nel campo della formazione professionale ed ora come libero professionista nel settore della sicurezza (D.Lgs. 81/88). E’ da sempre impegnato come volontario nel mondo delle cooperative sociali e in altre associazioni di solidarietà Veronesi.