Proseguiamo l’analisi settimanale dei dati della pandemia a Sona che ci vengono forniti dalle autorità competenti; teniamo conto che in questi numeri non sono riportati i casi con data fine sorveglianza passata, nemmeno se positivi, nemmeno se ospiti in casa di riposo o ricoverati. Quindi, fino a quando il report complessivo regionale li conteggerà non si potrà avere una quadratura perfetta e che i tamponi rapidi positivi, che non siano ancora presi in carico, non compaiono nel report.

A distanza di 15 giorni dall’inizio della rilevazione con il nuovo sistema di conteggio degli “attualmente positivi al corona virus” è possibile ipotizzare che tale numero sia leggermente inferiore al numero che ci viene fornito.

Questi numeri ci suggeriscono l’andamento reale dell’epidemia nei diversi territori che prendiamo come riferimento, ma siamo consapevoli che (diversamente da quando la malattia si è manifestata in primavera) oggi può fare la differenza l’ospedalizzazione dei pazienti in terapia.

Tale dato, però, non dipende dal territorio di appartenenza ma dalla situazione personale di ogni singolo soggetto colpito dalla malattia; per questi casi, quindi, possiamo riportare il numero dei positivi al Covid senza, però, cercare di comprendere la sua evoluzione sul territorio che, come detto, dipende da una molteplicità di fattori e soprattutto dalle condizioni generali di ogni singolo paziente.

Dopo alcuni giorni durante i quali, nel Comune di Sona, i contagi si erano stabilizzati (a cavallo fra il 7 e il 10 novembre), ieri 11 novembre il contagio sembra aver avuto una nuova accelerazione.

Ci consola il fatto che il numero delle persone colpite dal virus, se rapportato alla popolazione residente, è in linea con quello dei Comuni limitrofi. Come si vede dal grafico, per questi Comuni rimane costantemente in crescita il numero dei contagi che vengono rilevati a Sommacampagna. A Bussolengo, invece, il trend rimane quello degli ultimi giorni con un lieve ma continuo miglioramento della situazione.

Anche con riferimento ai Comuni con più di 15mila abitanti si evidenzia una situazione che vede il nostro territorio allineato con l’evolversi dell’epidemia che si manifesta negli altri Comuni, seppur con qualche numero in più che si trascina dai primi giorni del nuovo contagio.

Questa la tabella dalla quale è stato ricavato il grafico:

La situazione si appalesa ancor di più se si guardano le linee del comune di Verona e della media provinciale (con la relativa tabella di riferimento).

Come si può vedere anche dalla tabella che segue, l’andamento dell’epidemia è praticamente uguale in tutto il territorio provinciale. Sona, probabilmente sta ancora pagando lo scotto di una precoce infiltrazione del virus.

Vista in termini percentuali, la situazione ieri 11 novembre si presenta in questo modo:

Il grafico esplicativo è desunto dalla seguente tabella: