L’AMT a Lugagnano?

Ascolta questo articolo

La notizia – se confermata – avrebbe del clamoroso. Nel corso dell’affollata e partecipata assemblea tenutasi ieri sera presso le scuole medie di Lugagnano, alla presenza del Sindaco Gualtiero Mazzi, degli Assessori Vantini e Pinotti, di numerosi Consiglieri e di più di settanta persone, ad un certo punto l’Assessore ai Lavori Pubblici Vittorio Caliari – di fronte alle proteste di un cittadino in merito alla collocazione della nuova pensilina degli autobus – ha ventilato la possibilità di “un regalo natalizio dell’Amministrazione in merito ai trasporti”.

 

L’assemblea era stata convocata dai residenti della zona Beccarie di Lugagnano per confrontarsi con l’Amministrazione Comunale in merito ai lavori in fase di esecuzione in quel nevralgico punto del territorio. Molte le domande e molti gli interventi per cercare di arrivare a soluzioni condivise.

 

Ad un certo punto – come detto – l’Assessore Caliari ha fatto intuire tra le righe che esisterebbe la possibilità che la frazione di Lugagnano venga servita dalla linea di trasporto pubblico urbano di Verona. A null’altro infatti potrebbe riferirsi quel riferimento “ai trasporti”, e presumibilmente verrebbe da pensare ad un prolungamento della linea 13 che oggi arriva fino a San Massimo. Come tempistica l’Assessore ha poi appunto accennato ad un “regalo di Natale”.

 

Il Sindaco Gualtiero Mazzi, che ricopre anche l’incarico di Assessore Provinciale ai Trasporti, sorpreso dall’uscita di Caliari – probabilmente la notizia non doveva trapelare in quel momento – ha preferito non commentare quanto accennato dal collega seppur confermando la possibilità del “regalo”.

 

In caso il progetto andasse in porto, imitando così quanto già fatto dal Sindaco di Sommacampagna Soardi nella frazione di Caselle, si tratterebbe di un’importante novità per il paese di Lugagnano, che da sempre soffre per una carente rete di collegamenti pubblici con Verona. Ora resta da attendere, e sperare in qualche conferma ufficiale.