La vita di Girolamo Meschini, ideatore della “Guglia” di Sona, in una pubblicazione del 1836 di Pietro Maggi

Il Comune di Sona ebbe nella prima metà dell’Ottocento, fra i possidenti di campi e case del suo territorio, due illustri personaggi: Girolamo Meschini (1783-1836) e Pietro Maggi (1809-1854). Di entrambi abbiamo già parlato in passato su questo sito.

Meritano di essere ancora ricordati non solo per la loro statura morale (è testimoniato che si prodigarono a favore delle classi più umili), ma anche intellettuale; erano uomini di cultura, entrambi fecero parte della prestigiosa Accademia di Agricoltura Commercio e Arti di Verona.

Se di Pietro Maggi (a cui è stata dedicata la Biblioteca Comunale di Sona) molto si sa grazie a una biografia pubblicata da Giambattista Biadego nel 1878, su Girolamo Meschini – ideatore e costruttore a Villa Trevisani di Sona della torre-belvedere detta “Guglia” – possediamo meno informazioni; se disponiamo di alcune, lo dobbiamo proprio a Maggi, che nel 1836 diede alle stampe un opuscolo contenente interessanti note biografiche su Meschini, suo grande amico.

Una pubblicazione, questa, difficilmente rinvenibile oggi sul mercato dell’antiquariato librario, che noi abbiamo recuperato e resa scaricabile online nella sezione “Pubblicazioni” del nostro sito: una rubrica di cui andiamo orgogliosi, perché è ormai divenuta un tesoro di documenti perduti o dimenticati o inediti, riguardanti la storia del Comune di Sona.

Mario Nicoli
Nato a Verona nel 1956, ha lavorato come medico di base. Dal 2003 è redattore del “Baco da seta”, su cui pubblica articoli che trattano quasi sempre di storia del nostro Comune. E’ presidente del “Gruppo di ricerca per lo studio della storia locale di Sona”, che fa parte della Biblioteca comunale di Sona.