La Regione finanzia il progetto di Solar Cooling presso la Casa di Riposo

La Regione Veneto ha cofinanziato con circa 153 mila euro l’innovativo progetto di Solar Cooling (generare il freddo dal sole) presso il Centro Polifunzionale di Lugagnano (nella foto una veduta aerea) grazie ad un bando emanato dall’Assessorato Regionale ai Lavori Pubblici, all’Energia, alla Polizia Locale e alla Sicurezza di Massimo Giorgetti.

 

“Il nostro Comune ha partecipato ad un bando di cofinanziamento regionale relativo al Programma Attuativo Regionale (PAR FSC 2007-2013) per l’efficientamento degli edifici pubblici, cercando di applicare l’innovazione tecnologica laddove abbiamo delle punte di massimo consumo energetico, come nel caso del Centro Polifunzionale di Lugagnano – spiega l’Assessore competente Gianfranco Dalla Valentina -. Siamo molto soddisfatti che la Regione abbia accolto la nostra proposta, coprendo i costi complessivi per il 90%, ben oltre quanto noi avevamo inizialmente richiesto. Evidentemente il progetto è stato considerato significativo e innovativo nel panorama delle richieste emerse nel Veneto. Basti pensare che il bando assegnava complessivamente ai Comuni veneti due milioni di euro; grazie a questo progetto l’8% di questa somma verrà impiegata a Sona”.

 

Il progetto permetterà di installare un impianto con pannelli solari definito “Solar Cooling” che, attraverso degli scambiatori di calore, riuscirà a garantire il raffrescamento e in parte anche il riscaldamento del Centro Polifunzionale e della Casa di Riposo di Lugagnano.

 

“La nostra indicazione, fin da subito, per aumentare le probabilità di ottenere il finanziamento regionale, è stata quella di cercare l’innovazione e l’originalità progettuale – spiega ancora l’Assessore all’Ambiente –. Il punto di forza del progetto presentato è quello di coniugare la filosofia del risparmio energetico all’aumentata attenzione verso le strutture e le fasce di popolazione più bisognose di cura e investimento. Ambiente-sociale-risparmio, queste le nostre parole d’ordine. Ora proveremo a migliorare questo nostro progetto includendo la piscina presente nella struttura del Centro Polifunzionale, utilizzando il calore raccolto dai pannelli per riscaldarne l‘acqua, la quale contribuirà alla refrigerazione dell‘impianto, migliorandone la capacità rinfrescante complessiva. Potremo così pensare anche ad un riutilizzo della piscina in abbandono da sei anni”.

 

“L’impianto previsto è di 20 kW, costituito da 18 collettori solari distribuiti su di un’area di 60 metri quadrati – afferma il Consigliere Paolo Bellotti, coinvolto nella redazione del progetto – e permetterà di realizzare un risparmio di CO2 in atmosfera pari a 8.178 kgCO2/anno, in linea con gli obiettivi previsti dal nostro PAES (Piano di azione delle energie sostenibili per il Patto dei Sindaci). Il progetto complessivo costa circa 170.000 Euro che la Regione ha finanziato al 90%. Il Comune di Sona investirà circa 17.000 Euro a fronte, però, di un risparmio sulla bolletta energetica di circa 11.000 Euro annui. Un bel risparmio che nel corso del tempo si tradurrà nella possibilità di investire sul sociale o sulla scuola. La tecnologia, quindi, è vista non solo come aspetto strumentale ma anche come valore per altri settori della società”.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews