La Recensione: “Sei come sei” di Melania Mazzucco. Amore e diversità

Trama e Recensione

Eva, adolescente coraggiosa e molto più matura della sua età, ha due papà, Christian e Giose. Nonostante la scelta trasgressiva ed audace, almeno per l’Italia, sono una famiglia felice fino a quando un lutto non sgretola gli equilibri e la burocrazia li separa.

Eva ne esce profondamente scombussolata, strappata agli affetti più cari, costantemente in preda alla nostalgia e al desiderio di ricomporre i pezzi del suo cuore e della sua famiglia. Il dolore di Eva è anche quello di Giose, musicista tormentato e dal passato difficile, che non riesce a convivere con la perdita della custodia dell’adorata figlia.

sei come seiLa Mazzucco ha scritto un romanzo importante per il contenuto, dal momento che affronta uno dei temi più attuali e scottanti del nostro tempo, ma affrontato con grande sensibilità: amore e diversità non dovrebbero mai essere in contrapposizione o in antitesi. Ciò non significa che non ci si debba porre dei quesiti che investano la sfera della coscienza.

Gli adulti del libro si chiedono spesso se la loro scelta non sia egoistica, se non possa creare una crisi d’identità nella figlia crescere senza figura materna, se sia giusto farla vivere in una società intollerante nei confronti delle coppie omosessuali.

Molto toccanti sono anche le pagine dedicate alla figura della madre biologica, alle motivazioni che possono spingere una donna a portare in grembo il figlio di altri. “Ma – dice Giose – alcuni hanno il privilegio di essere amati, altri no. Alcuni sono educati alla libertà, altri sono schiavi della guerra, della dittatura, del fanatismo religioso […] Chi nasce nero non è bianco, chi nasce malato, non nasce sano, chi nasce povero nasce svantaggiato.[…] I figli sono individui […] ciò che ci rende diversi dagli altri può salvarci.”

Questo romanzo non pretende di avere ragione, non fa propaganda ma solleva molte domande ed ha un finale volutamente aperto. “Sei come sei” è per chi si interroga, per chi non crede di avere la soluzione pronta in tasca, per chi non giudica a priori. “Sei come sei” è un inno alla vita, alla libertà, all’amore, un invito a non etichettare una presunta “diversità” per paura, pregiudizio e stupidità.

“Ma io non ci credo che è tutto scritto alla nascita, altrimenti la vita non avrebbe significato. I figli non appartengono a chi li mette al mondo, non sono l’appendice dei genitori, sono individui, E se uno non può scegliersi i genitori può scegliersi i maestri. Non è l’uguaglianza la cosa che conta nella vita, ma il suo contrario. E’ ciò che ci rende diversi dagli altri che può salvarci. Ognuno deve trovare il suo destino.”

La Scheda

“Sei come sei” di Melania Mazzucco, Edizioni Einaudi, 2013, pp. 248.