La recensione del Baco: “Questo bacio vada al mondo intero” di McCann. Contro ogni terrorismo

Trama e recensione:

Philippe Petit è un noto funambolo francese che il mattino del 7 agosto 1974 compie la sua impresa più famosa e spettacolare: la traversata delle Torri Gemelle del World Trade Center di New York su un cavo d’acciaio lungo 60 metri e spesso poco meno di tre centimetri. Impiega 45 minuti, andando avanti e indietro otto volte, sospeso a 417 metri d’alterzza e aiutato solo da un’asta per mantenersi in equilibrio,totalmente privo di sistemi di sicurezza. Sotto la gente osserva rapita e, sebbene venga arrestato dalla polizia di New York appena sceso, Petit diviene incredibilmente famoso al punto che le autorità fanno cadere le accuse,tramutando la condanna in esibizioni obbligatorie per i bambini a Central Park.

coverLe Torri Gemelle, su cui realizzò la sua spettacolare traversata, furono spazzate via dal famoso attentato terroristico dell’ 11 settembre 2001 e di esse rimasero solo i detriti, insieme alle tante vittime di cui rimane l’indelebile ricordo in quella che oggi è Ground Zero.

La fune su cui Petit cammina tiene unite le storie dei personaggi newyorkesi di questo romanzo, le cui vicende diversissime si intrecciano tra loro mentre il lettore resta incollato alle pagine come i piedi del funambolo al filo d’acciaio, in equilibrio perfetto lassù,tra la New York prima e dopo l’11 settembre. E’ un romanzo corale, in cui McCann sapientemente unisce le vite di tutti i suoi personaggi, che devono ricostruire la propria stabilità emotiva dopo aver affrontato situazioni difficili e perdite importanti.

Mantenere l’equilibrio quando la vita ti mette alla prova,quando il destino si accanisce contro di te e non capisci il senso di tanto dolore, non è facile, anzi, può apparire un’impresa impossibile,ma il coraggio e la forza di non cadere si può scovare,anche solo alzando gli occhi all’insù e cercando quella scintilla di bellezza pazza che ci mantiene vivi,che ci ricorda di esserlo.

“Avanziamo incespicando, portiamo un po’ di rumore nel silenzio, troviamo in altri di che andare avanti. E’ quasi abbastanza.”

La Scheda

“Questo bacio vada al mondo intero” di Colum McCann, Edizioni Rizzoli, 2011, pp. 451.

.