“La passione per la danza mi ha portata fino a Mosca”. Il mondo della giovanissima Michelle da Palazzolo

La storia che state per leggere apparentemente racconta la grande passione per la danza di Michelle Maritan, anche se in realtà, ciò che non sapete, è che questa storia può essere narrata grazie all’intraprendenza di mamma Barbara Manzati. L’idea di questo articolo, infatti, è nata dalla mail di una mamma molto orgogliosa dei risultati della propria figlia, da una cittadina di Palazzolo con una forte voglia di condividere con tutti noi la sua storia.

Michelle Maritan nasce nel 2001 e dall’età di 5 anni inizia a frequentare il corso di propedeutica alla danza, spostandosi poi nel mondo della ginnastica artistica e ritmica e, infine, nell’ambito delle danze latino-americane.

La passione di Michelle per la danza la porta a scegliere di indirizzare anche i suoi studi verso questa disciplina, infatti, a settembre inizierà il quindo anno del Liceo Coreutico presso l’Educandato Statale agli Angeli a Verona, dove svolge quotidianamente lezioni di danza classica e danza contemporanea.

Inoltre, Michelle decide di iscriversi anche ai corsi della scuola di danza “Gardadanze Studio”, ed è proprio qui che incontra Andrea Bolzoni, insegnante e ballerino della scuola, trasferitosi a Castelnuovo del Garda una volta raggiunta la maggiore età proprio per inseguire la sua passione per la danza.

Dal 2017 Michelle e Andrea diventano compagni di ballo, praticano regolari allenamenti quotidiani e seguono le lezioni del loro fidato insegnante Nicola Lonardi, titolare della scuola di ballo.

Michelle Maritan e Andrea Bolzoni durante una gara.

Come se ciò non bastasse, per circa un paio di week-end al mese, la coppia è impegnata in competizioni internazionali in Italia e Europa, le quali, a seconda della posizione, forniscono un punteggio utile per poter scalare la classifica mondiale. Inoltre, sono tesserati alla federazione WDSF (World Dance Sport Federation), nella cui Ranking List si classificano attualmente al ventisettesimo posto al mondo e, nonostante la giovane età di Michelle, rientrano nella categoria “Adulti delle danze latino-americane” di classe AS (internazionale).

Fino ad oggi hanno gareggiato, oltre che in Italia, anche in Paesi come Ucraina, Bielorussia, Bulgaria, Romania, Estonia, Olanda, Spagna, Belgio e Macedonia. La loro ultima competizione è stata in Russia, precisamente a Mosca, dove si sono classificati al secondo posto su circa 160 coppie in gara: si tratta di un buonissimo risultato e una grande soddisfazione, frutto di tanti sacrifici.

Nonostante gli ottimi risultati raggiunti fino a questo momento, per Michelle è molto difficile conciliare scuola, allenamenti e gare, così come lo è per Andrea con il lavoro da insegnante di ballo e la vita da atleta, ma la tenacia e i molti sacrifici di entrambi permettono loro di continuare a ballare.

Entrambi, fin da piccoli, hanno sempre avuto questa grande passione e la danza rappresenta per loro, oltre a un’attività lavorativa, anche una ragione di vita. Ciò emerge chiaramente anche dall’affermazione di Michelle e Andrea “Nel ballo ritroviamo libertà, grandi emozioni e un modo diverso per esprimere noi stessi”.

Si tratta, quindi, di una storia di passione, di devozione e di tenacia, che ci ricorda di non rinunciare alle nostre passioni, a ciò che ci tiene “vivi”, ma si tratta anche di una storia che dimostra come spesso siano anche le persone intorno a noi a darci il supporto morale e la forza di credere nei nostri sogni.

Federica Slanzi

About Federica Slanzi

Nata il 21 novembre 1994 e residente a Palazzolo. Ha conseguito il diploma di laurea triennale in Lingue e Culture per il turismo e il commercio internazionale presso l'Università degli Studi di Verona nel 2016 e ha poi proseguito gli studi specializzandosi in Lingue per la Comunicazione Turistica e Commerciale con una tesi di ricerca sul Marketing Digitale. È stata membro del Progetto Gutenberg e ricopre il ruolo di segretaria del Forum delle Associazioni del Comune di Sona dal 2016, mentre collabora con il Baco da Seta dal 2017.

Related posts