La memoria e la preghiera per i nostri defunti oggi nei cimiteri del Comune

Con il primo di novembre, giorno di tutti i Santi, si celebrano nei cimiteri di Lugagnano, Palazzolo, San Giorgio e Sona le cerimonie di commemorazione dei defunti, officiate dai quattro parroci del nostro Comune, don Antonio Sona, don Angelo Bellesini, Padre Giampaolo Mortaro e don Giorgio Zampini.

Il giorno di tutti i Santi, noto anche come Ognissanti, è una festa cristiana che celebra insieme la gloria e l’onore di tutti i Santi (siano o non siano stati canonizzati). La solennità del calendario liturgico romano (in latino Sollemnitas Omnium Sanctorum) cade oggi primo novembre ed è una festa di precetto, che prevedeva anche una vigilia e un’ottava nel calendario anteriore alla riforma liturgica voluta dal concilio ecumenico Vaticano II.

La festa dei morti (in latino Commemoratio Omnium Fidelium Defunctorum, ossia Commemorazione di Tutti i Fedeli Defunti), è una ricorrenza della Chiesa cattolica. Anticamente preceduta da una novena, è celebrata il 2 novembre di ogni anno. Il colore liturgico di questa commemorazione è il viola, il colore della penitenza, dell’attesa e del dolore, utilizzato anche nei funerali.

Come ogni anno sono tantissimi i nostri concittadini che oggi si danno appuntamento in chiesa e poi nei quattro cimiteri di Lugagnano, Palazzolo, San Giorgio e Sona per ricordare assieme nella preghiera e nella memoria parenti ed amici che non ci sono più.

Nella foto il cimitero di Lugagnano.