La marcofilia “pullula”: un annullo per Silvia Ziche, la regina del fumetto (Disney) italiano

La Manifestazione

In attesa della ripresa autunnale delle attività fieristiche, in estate l’attenzione degli appassionati di fumetti è rivolta a diversi eventi interessanti: San Benedetto del Tronto, Montereggio e addirittura San Marino ospitano autori e visitatori da tutta la penisola. Tra le fiere a ingresso gratuito vi è Riminicomix, che si è tenuta a Rimini dal 13 al 16 luglio, all’interno del Festival Internazionale del cinema d’animazione, del fumetto e dei games Cartoon Club, attivo dal 1985.

Da Carlo Lucarelli a Giorgio Vanni, tra Casty, Giulio Rincione e Altan, per citarne alcuni, i volti noti di letteratura, cultura nerd e illustrazione spiccavano per qualità e disponibilità. Una bella occasione per scoprire cose nuove e approfondire le proprie passioni in uno scenario giovane e dinamico “con vista” sulla riviera romagnola, per unire… il dilettevole a una vacanza di inizio stagione balneare: un binomio che ha richiamato con successo centinaia di persone.

L’Artista

In questo contesto è stata allestita una mostra temporanea dedicata a Silvia Ziche, tra le più versatili e premiate protagoniste del fumetto italiano contemporaneo, dal titolo – dal sapore leopardiano – “A Silvia. Fumetti e risate”. Un orgoglio veneto: nata a Thiene (Vicenza) nel 1967, da decenni impreziosisce le pagine di Linus, Cuore, Smemoranda, Comix e Donna Moderna, dove si distingue come autrice completa dall’humour e dal tratto inconfondibili.

Vignette, strisce, storie intere, saghe: il suo talento è ammirevole in tutte le forme e regala momenti altissimi grazie a una vis comica dirompente e mai banale. I più affezionati la ricorderanno per le lunghe trame Disney di “Topokolossal” (1997) o de “Il Grande Splash” (1999); tra i tanti, lo sketch “Paper Noire, il profumo! E le papere… pulluleranno!” apparso ne “Il papero del mistero” (1996) è diventato paradigmatico e citatissimo. Su Topolino ogni settimana (dal 2007!) cura la rubrica “Che aria tira a… Paperopoli/Topolinia”.

Il Tributo

La marcofilia è la branca della filatelia che studia l’apposizione di un segno indelebile, tramite timbri o impronte, per impedire che i francobolli vengano riutilizzati; il cosiddetto annullo è oggetto di attenzione da parte dei collezionisti. Esistono gli annulli primo giorno di emissione, abbinati a un francobollo (solitamente ne ripropongono l’immagine) e gli annulli speciali, connessi a una manifestazione o un evento, ed è quest’ultimo il caso di Riminicomix.

Infatti presso lo sportello filatelico dell’ufficio postale di Rimini fino a metà settembre è disponibile un annullo speciale dedicato a uno dei cavalli di battaglia della Ziche, il personaggio di “Lucrezia”. Non è l’unico: per ingolosire gli appassionati Poste Italiane ha reso un azzeccato omaggio marcofilo anche ad altri tre giganti del fumetto nostrano: “Il Signor Rossi” di Bruno Bozzetto, “La Linea” di Osvaldo Cavandoli e la “Pimpa” di Altan. Sono consultabili sul sito di Poste e richiedibili con le stesse modalità.

La Scheda

Il sito della manifestazione aggiornato alla edizione 2023
Il sito dell’autrice

Giulia Nicoli
Laureanda in Giurisprudenza all'Università di Verona, vive a Bussolengo con la famiglia. Dal 2021 è socio scrittore USFI Unione Stampa Filatelica Italiana. Da sempre si interessa di fotografia, filatelia, viaggi e arte.