La lettera. “Mia mamma di 97 anni e le telefonate non arrivate dal Comune”

La Lettera

Sono Mazzi Roberta, figlia della signora Mazzi Anna Pia.

Mia mamma è nata a Sona il 17 maggio del 1923 e abita a Lugagnano. È autonoma e non le sfugge niente; va a fare la spesa ogni mattina, va in chiesa, le piace incontrare le persone e fermarsi a chiacchierare con loro. Si sente parte della comunità di Lugagnano da 97 anni, ne è la storia.

La cosa che più l’ha fatta soffrire in questi mesi di divieti e chiusure è stata la totale mancanza di interessamento nei suoi confronti da parte del Comune.

Tante volte basta poco, è sufficiente una telefonata per chiedere come va, per scambiare due parole e far trascorre ad una persona anziana qualche minuto in cui possa sentirsi ancora parte di un contesto sociale.

Purtroppo, si scontra con persone che le mancano di rispetto, forse perché la vecchiaia è spesso associata alla memoria che va e che viene e quindi ci permettiamo di prenderci un po’ gioco dei nostri anziani.

Spero tanto che non si debba attendere troppo per renderci conto di certe memorie storiche che ci circondano.

Roberta Mazzi