La carica dei seicento (e cinquanta). Cresce il portale internet del Baco

Ascolta questo articolo

Il sito dal Baco ha superato la scorsa domenica la media dei 650 accessi giornalieri, da utenti differenti. Si tratta di un traguardo inimmaginabile quando questa Redazione, lo scorso settembre, decise di affiancare al Baco cartaceo questo portale di informazione, commento, associazionismo, sport e storia locale.

Tutto rigorosamente incentrato sul Comune di Sona. Lo sforzo è stato notevole, per assicurare una media di due notizie al giorno, ogni giorno, per circa sessanta notizie al mese. Ma i risultati di questi giorni stanno ripagando tanto impegno.

Tutto il merito va a chi ci legge, che con commenti, critiche e apprezzamenti – oltre che con gli interventi sul forum – ci è di sprone per affinare e migliorare il servizio che da otto anni tentiamo di dare alla comunità del nostro Comune.

L’opportunità di fare informazione sia attraverso il nostro bimestrale cartaceo, che viene distribuito in duemila copie, sia attraverso questo portale ci consente la preziosa possibilità di raggiungere fasce di cittadini molto differenti sia per età che per abitudini. Creando veramente un’informazione – per quanto limitata, amatoriale e sicuramente non esaustiva – alla portata di tutti.

Questo risultato rappresenta per noi anche una grande responsabilità e per questo sono veramente gradite – oltre ovviamente agli apprezzamenti – anche le critiche. Perché ci permettono di non perdere la bussola del servizio che tentiamo di dare. Nel salutare questo bel successo – che è prima dei lettori che nostro – rinnoviamo la richiesta a chiunque volesse darci una mano anche occasionale di inviarci i propri contributi, che troveranno pubblicazione sia su questo portale che sulla rivista cartacea. Come chiediamo a tutti di darci ancora più una mano a rendere sempre più ricca la nostra informazione, segnalandoci avvenimenti, fatti, situazione e occasioni che potrebbero sfuggirci.

Così chiudevamo l’editoriale pubblicato sul primo numero de Il Baco da Seta nel maggio del 2000: “Cosa si può scrivere quindi quando si vuole proporre un nuovo giornale, quando si vuole dare vita ad una nuova esperienza di informazione? Si può scrivere che il provarci è già una sfida, e che quando si lancia una sfida rimane un’unica cosa da fare. Aspettare che qualcuno la raccolga”. Questo vale oggi più di allora.