La carica dei 450 per la settima edizione di “So nà in giro”: dieci chilometri tra enogastronomia di qualità, musica e vera festa

È stata una “So nà in giro” baciata da un caldo sole estivo quella che si è svolta domenica 2 giugno fra Sona e Palazzolo.

Anche quest’anno, la manifestazione, organizzata dalla Pro Loco nelle figure di Stefano, Valentina, Fabio e Michele, con il patrocinio del Comune di Sona, con la collaborazione di associazioni e attività locali, e grazie anche al finanziamento del Bando alle ciance, si è rivelata un successo. Il Baco da Seta era media partner dell’evento.

La formula prevedeva un percorso di circa dieci chilometri, con nove tappe enogastronomiche allietate dall’intrattenimento musicale o artistico.

I partecipanti, partiti durante la mattinata suddivisi in dieci gruppi, sono stati 450. L’obiettivo: camminare in compagnia, alla scoperta del territorio e dei suoi prodotti.

Nelle foto alcuni momenti dell’edizione 2019 di “So nà in giro”

Dopo il ritrovo nel parco Alessandro Fasoli, la prima sosta è stata nella sede degli alpini, dove c’erano bruschette miste e vino della casa. Poi, in piazza Della Vittoria, sulle note musicali del Julito Palmas Duo, i Negozi all’ombra del campanile hanno offerto schiacciata con affettati misti e pinzimonio, accompagnati da vin rosè.

L’itinerario è continuato attraverso un percorso sterrato, fino a Località Civel, dove l’Azienda agricola Valle ha servito panini con la porchetta e birra. Alla musica ha pensato Tavo dj.

Alla fine della tappa, ad attendere i partecipanti c’era un autobus, che li ha accompagnati all’agri-campeggio El Bacan, dove c’era l’Azienda agricola Montespada Sona: pasticcio di carne e pasticcio di verdure i piatti serviti, con vino Chardonnay bio.

Presenti le ragazze dell’associazione “Clown dottori – Il sorriso arriva subito”, che hanno stupito grandi e piccini con l’arte del trucco.

Quindi, il percorso è continuato verso Palazzolo. Prima di arrivare in centro paese, tappa rinfrescante con il sorbetto alle fragole e alle mele offerto dalla Fidas di San Giorgio in Salici. Qui ad intrattenere i partecipanti c’era Turiz 58 dj.

Nel campo sportivo parrocchiale, Azienda agricola Lonardi e Agriform hanno proposto formaggi misti con miele e vino incrocio Manzoni, mentre il giocoliere Emiliano ha dilettato adulti e bambini con un numero davvero sorprendente. Presenti a questa tappa le Consigliere Tatiana Bonetti, Arianna Gambini e Orietta Vicentini, oltre che il Presidente del consiglio Mattia Leoni.

Agli impianti di via Cecco Angiolieri, sosta gestita dall’Azienda agricola Venciu e dal Bar al Sagittario, con rosetta del Trentin, vino chiaretto, e musica del gruppo The Vleep.

Rientrando a Sona, tappa con dolci e spumante nel campo da rugby, a cura della pasticceria Mainenti e della West Verona Rugby Union. Intrattenimento con dj Set.

Al ritorno nel parco Alessandro Fasoli, Depa Caffè e Associazione San Quirico hanno offerto caffè e sbrisolona. Per la gioia dei bambini, c’erano i gonfiabili. Alla sera, festa con la musica anni Settanta e Ottanta di dj Rana.

Gli organizzatori ringraziano sponsor, collaboratori e partecipanti, e dichiarano: “È stata una giornata bellissima e ricca di soddisfazioni. Noi siamo molto felici. L’evento ha avuto successo grazie all’allegria di tutti”.

Federica Valbusa

About Federica Valbusa

Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura fin da quando era bambina. Ha iniziato a scrivere per Il Baco da Seta nel 2005, all’età di 17 anni. Dopo la maturità classica, ha conseguito la laurea triennale in Filosofia e la laurea magistrale in Scienze filosofiche presso l’Università Vita-Salute San Raffaele di Milano. Dal febbraio del 2011 è iscritta all’Ordine dei giornalisti, elenco dei pubblicisti, del Veneto e da qualche anno è collaboratrice del quotidiano L’Arena.

Related posts