La Biblioteca comunale di Sona compie trentacinque anni

Sono passati trentacinque anni da quando il Consiglio comunale con delibera n. 145 del 18 luglio 1979 decise di dotare il Comune di una biblioteca pubblica, “quale spazio di studio e di lettura, ma anche quale centro di iniziative nel campo culturale”.

Furono contattate le Parrocchie, i Circoli giovanili di associazioni e partiti politici, le Associazioni che operavano nel settore culturale, chiedendo di proporre dei nominativi per un Comitato promotore che risultò così composto: Presidente Luigi Foroni da Palazzolo, componenti Maurizio Bernardi da Sona, Flavio Bonometti da Lugagnano, Onorina Cinquetti da Sona, Alfredo Forlin da Lugagnano, A. Maria Leoni da Sona, Marcello Santi da Lugagnano e Gabriella Tomelleri da S. Giorgio.

Merita di essere segnalato che del Comitato facevano parte giovani che continueranno ad impegnarsi nel volontariato civico e sociale: Maurizio Bernardi e Flavio Bonometti saranno Sindaci rispettivamente di Castelnuovo e di Sona, Alfredo Forlin sarà Presidente Provinciale e Regionale delle A.C.L.I., Onorina Cinquetti sarà Consigliere comunale del nostro Comune. Un bel vivaio di giovani che, vogliamo credere, siano stati incentivati da questa prima esperienza a spendersi nel civico, per il bene comune, negli anni successivi.

Il Comitato in un documento, pubblicato dopo pochi mesi dall’insediamento, indicò i motivi per i quali era stato deciso di avviare questa iniziativa ed i progetti che si intendevano mettere in cantiere. Sul perché di questa iniziativa venne scritto: “carenza quasi assoluta di spazi culturali; necessità, in modo particolare per i giovani, di punti di riferimento per una crescita culturale e sociale; domanda di accedere alla cultura attraverso la lettura di libri e riviste”.

Sul ruolo della biblioteca venne dichiarato: “per promuovere l’emancipazione politica attraverso una solida base informativa e culturale; per sviluppare la coscienza critica, la partecipazione attiva alla vita del nostro Comune; per riscoprire le parti positive della tradizione culturale, ambientale, ecc. spesso abbandonate precipitosamente dalla mentalità consumistica”. 

Questi i progetti culturali indicati: “in collaborazione con le scuole lo studio dell’ambiente, della storia e della cultura locali attraverso la fotografia, il disegno, i componimenti di ricerca di scritti o di tradizioni orali; dibattiti di attualità, spettacoli musicali, teatrali, corali per le diverse fasce di età.”

La Biblioteca, dopo un sistemazione provvisoria nella sede comunale, venne trasferita in un locale in via Roma (sul retro della Trattoria El Bagolo), locale non più di proprietà comunale e con uno stanziamento iniziale di 5 Milioni (euro 15.000 a valore attuale) iniziò l’attività acquistando 500 libri.  Ora si trova sul retro del Municipio (nella foto).

Superando la fase della gestione provvisoria, con delibera consigliare del 3 luglio 1981, venne nominato il primo Comitato di gestione che risultò composto da Domizio Bagnara da Palazzolo, Carlo Bianchi da Sona e Flavio Bonometti da Lugagnano, Giulio Braggio da S. Giorgio, Adelino Brun da Sona e M.Rosa Cherubini da Sona, Onorina Cinquetti da Sona, Alfredo Forlin da Lugagnano, Luigi Foroni da Palazzolo, Giorgio Granuzzo da Sona, A. Maria Leoni da Sona, Danilo Mazzi da Lugagnano, Lisetta Mazzi da Lugagnano, Gabriella Tomelleri da S. Giorgio ed Ernesto Vantini da Palazzolo.

Per Statuto la durata del Comitato di gestione era pari alla durata del mandato amministrativo del quale era espressione. Il Comitato cessò di esistere quando la legge regionale 50/84, che regolarizzava l’attività delle biblioteche pubbliche, non lo previde. Questi i nomi di alcuni Presidenti del Comitato che si sono succeduti negli anni: Giovanni Avesani da Palazzolo, Alessandro Rigo da Sona, Giulio Braggio da S. Giorgio, Ornella Castellani da Lugagnano.

Da molti anni la Biblioteca fa parte del sistema bibliotecario della Provincia di Verona che consente agli utenti del Comune l’accesso ad un’offerta molto allargata di libri e riviste.

La Biblioteca di Sona nel 2005 contava su 1.161 utenti attivi che ottennero 12.600 prestiti. Al 31 dicembre del 2012 ha registrato 1.634 utenti attivi e al 31 dicembre 2013 ne ha registrasti 1.676 con 23.432 prestiti.

Il suo patrimonio in monografie, periodici e dizionari ammonta a 33.595 unità. La biblioteca che dispone di due sale di lettura, una a Sona capoluogo ed una a Lugagnano, aperte complessivamente per 30 ore settimanali, promuove molte attività culturali e svolge anche numerose attività promozionali. Al suo interno operano, oltre alla Dirigente, che è responsabile anche dei servizi demografici, quattro persone che seguono anche le aree dello sport, cultura e tempo libero ed archivio.