Istituto comprensivo di Sona: Tre saggi che raccontano un anno di impegno e qualità

Si avvicina la fine di questo anno scolastico e tornano, dopo le tante limitazioni imposte dalla pandemia, i bellissimi eventi dei saggi di fine anno.

Sul nostro territorio un’iniziativa importante e di alto livello artistico è sicuramente quella organizzata dell’istituto comprensivo di Sona, con i saggi dell’indirizzo musicale della scuola secondaria di primo grado e la performance finale del progetto “I Fili d’erba.

I saggi si articolano in tre giornate. Primo appuntamento oggi mercoledì 25 maggio con il saggio finale del progetto “I fili d’erba”, che coinvolge tutti gli alunni della classe 2B.

Il secondo appuntamento è in calendario per giovedì 26 maggio con il saggio delle classi terze di indirizzo musicale, sezioni B e C.

Il terzo appuntamento si tiene lunedì 30 maggio, con il saggio delle classi prime di indirizzo musicale, sezioni B e C.

“Per i nostri allievi del musicale è stata un’emozione tornare a suonare per un pubblico, un momento che aspettavamo da due annispiega al Baco la dirigente dell’istituto comprensivo di Sona Maria Federici (nella foto di Mario Pachera) -. Dobbiamo pensare che gli attuali alunni di terza sono gli alunni che hanno vissuto il lockdown e la didattica a distanza il primo anno della secondaria, con tutti i limiti che questo ha comportato nella didattica e nello studio di uno strumento musicale. Un musicista, seppure in erba, ha bisogno di un pubblico, di sentire il calore e gli applausi e i ragazzi sono apparsi veramente emozionati davanti ai loro genitori”.

“I docenti di strumento, Bovi, Lazzarini, Lopez, Goldoni e Granata, e il professore di musica, Fabrizio Olioso, in questi anni di pandemia sono stati bravissimi a ‘rimodulare’ le loro lezioni nel rispetto dei protocolli di sicurezza e raggiungere comunque gli obiettivi programmati”.

“Ringrazio l’amministrazione comunale di Sona – prosegue la dirigente Federici – che ci ha concesso la sala consiliare per ben tre pomeriggi, due per i saggi delle classi del musicale e uno per la performance finale del progetto “I Fili d’erba”’.

“Il progetto ‘I Fili d’erba’ è stato curato dalla referente dell’indirizzo musicale, professoressa Linda Bovi, insieme al professore di musica Fabrizio Olioso. Partendo dalla lettura del libro ‘I Fili d’erba’, attraverso musica e  testo è stata realizzata una coinvolgente storia in musica con lettori, interpreti strumentali e vocali, oltre alla body percussion. Il tutto – conclude la professoressa Federici – arricchito da disegni a tema realizzati dagli alunni. Anche per questo progetto è stato possibile prevedere un momento di condivisione con un pubblico di genitori, che ha emozionato e coinvolto le alunne e gli alunni”.

Tutti gli eventi si tengono presso la sala consiliare del Comune di Sona, a partire dalle ore 17.15.

Articolo precedenteChe scatole! A Lugagnano tornano le serate dedicate ai giochi da tavolo
Articolo successivoMercoledì 25 maggio a Sona non ci sono ricoverati per Covid. In Veneto crollo dei posti letto occupati
Nata a Bussolengo il 4 aprile 1994, risiede a Lugagnano. Infermiera di Pronto Soccorso alla Clinica Pederzoli di Peschiera del Garda, collabora con Il Baco da Seta dalla primavera del 2013.