Intitolato a Francesco Tacconi di Palazzolo un laboratorio dell’Ospedale di Borgo Trento

Di Francesco Tacconi, della sua morte per leucemia a 25 anni il 7 novembre del 2013, nonostante il trapianto della sorella Alessandra, e della memoria che ha lasciato a Palazzolo abbiamo parlato più volte.

Memoria forte e condivisa da molti, che sta sbocciando sempre più in importanti frutti di solidarietà, soprattutto attraverso Admor Verona, l’Associazione Donatori Midollo Osseo e Ricerca.

Tra le tante iniziative sicuramente vanno ricordate la vendita di colombe pasquali ed il Memorial di volley che ormai da tre anni gli amici di Francesco organizzano a luglio a Palazzolo, e i cui ricavati vanno a finanziare l’acquisto di apparecchiature mediche o a sostenere la ricerca contro questa terribile malattia.

L’ultimo, importante, risultato si è visto mercoledì 9 novembre, quando il direttore generale dell’Azienda Ospedaliera Universitaria Integrata Francesco Cobello ha intitolato proprio alla memoria di Francesco Tacconi la Stanza di Laboratorio Area Pre-Pcr2 dell’Unità operativa complessa di Medicina Trasfusionale di Borgo Trento.

In quella stanza è stata posizionata l’apparecchiatura donata da familiari ed amici di Francesco, tramite Admor: il congelatore usato per congelare il sangue dei giovani tipizzati.

Un segno di speranza, che permetterà di aiutare le cure di altri malati. Nel ricordo immutabile di Francesco.