Incuria nei lotti incolti nelle vie San Calabria e Monte Cervino a Sona. L’assessore Merzi: “Segnalazione già presa in carico”

I residenti delle vie San Giovanni Calabria e Monte Cervino a Sona segnalano una situazione di incuria riguardante i lotti confinanti con le loro case.

Siamo circondati di erbacce, alberi e piante di tutti i tipi che distruggono i nostri giardini e danno un senso di sporcizia e abbandono”, scrivono al Baco. E aggiungono: “Noi stessi siamo costretti a pulire qualche metro nelle vicinanza delle nostre case per non trovarci in giardino serpenti e topi, come e successo l’anno scorso”.

Affermano di essere stanchi di questa situazione e lamentano di non aver ricevuto alcuna risposta dal Comune a cui hanno segnalato il problema.

Dall’amministrazione comunale, l’assessore Roberto Merzi spiega che la questione è già stata presa in carico: “La prima segnalazioneaffermaè arrivata il 20 giugno, il sollecito il 27. Quindi non ravvedo ritardi così clamorosi da sollevare eventuali polemiche. Anche perché, nel frattempo, l’Ufficio ecologia si è già mosso con la proprietà dei lotti adiacenti, chiedendo una pulizia come previsto dal nostro regolamento di polizia rurale”.

L’assessore ci tiene quindi a rassicurare i residenti del fatto che il Comune sta già lavorando alla segnalazione arrivata. “Credo che la situazione si risolverà abbastanza in fretta”, conclude.

Federica Valbusa
Nata nel 1988, coltiva la passione per la scrittura da quando era bambina. Da ottobre 2020 è Vicedirettore del Baco, per cui scrive da quando aveva 17 anni. Laureata in Scienze filosofiche all’Università San Raffaele di Milano, ha poi conseguito il dottorato di ricerca in Scienze dell’educazione e della formazione continua all’Università di Verona, dove ora insegna. È giornalista pubblicista, iscritta all’Ordine dei giornalisti del Veneto, e ha collaborato per dieci anni con il quotidiano L’Arena, come corrispondente per il territorio sonese.