Inclusione, benessere e sicurezza: Questi i temi forti affrontati dall’Istituto Comprensivo di Lugagnano

Proseguono a ritmo incessante le attività dell’Istituto Comprensivo di Lugagnano per rispondere alle necessità di un corretto sviluppo psico-fisico degli alunni, attività che lavorano sui bisogni attuali di una generazione fragile che spesso non trova in autonomia gli strumenti per affrontare i propri disagi o per vivere in armonia con gli altri.

Tra le attività progettuali inclusive dell’Istituto lo spettacolo “I 5 Malfatti” (nella foto sopra) che l’associazione Diversamente in Danza mette in scena con successo da anni. Uno spettacolo che trasforma gli spazi scolastici in un ambiente magico, dove l’inclusione viene raccontata sotto forma di fiaba e a cui partecipano in questi giorni le classi seconde, terze e quarte della Scuola Primaria.

Sempre in questa settimana gli alunni più grandi delle classi quinte Scuola Primaria e prime della Secondaria partecipano agli incontri con la Polizia di Stato (nella foto qui sotto) sull’educazione all’utilizzo consapevole delle immagini nei social. Relatori il Commissario Capo Elisabetta Accardo e il Commissario Maria Vittoria Maggi. Un’opportunità preziosa per confrontarsi e ricevere informazioni utili su come affrontare l’argomento nel rispetto di se stessi e degli altri.

Gli alunni delle classi seconde della Scuola Secondaria assistono mercoledì 21 febbraio, sempre all’interno dell’istituto, allo spettacolo teatrale sul tema della Shoah “Tutto sta nel nome” di e con Francesca Botti accompagnata alla chitarra da Paolo Marocchio. Tramite il pretesto narrativo che pone l’attenzione sul nome come portatore di identità e origine, si tratterà il tema attuale delle guerre e del “diverso”: come rispettare le diversità e saperle proteggere e difendere riconoscendone il valore.

Giovedì 23 febbraio sono invece gli alunni delle classi prime della Scuola Primaria a godere dello spettacolo teatrale “Letture sulla disabilità” proposto dalla Junior Company Spazio Mio di Lugagnano, compagnia di giovani ragazzi tra cui ex studenti dell’Istituto.

Tra fine febbraio e inizio marzo si terranno gli incontri, per tutti gli alunni delle classi terze della Scuola Secondaria, con la Dott.ssa Colarusso che si occupa di prevenzione all’uso di alteranti all’interno delle scuole in accordo con il SER.D di Bussolengo e con l’Azienda Alss9.

Inclusione, benessere e sicurezza sono solo alcuni dei temi che la dirigente Miriam Avila ritiene importanti e che intende sviluppare in progetti verticali per tutti gli alunni dell’Istituto Comprensivo, come ci ha raccontato nella lunga intervista pubblicata nell’ultimo numero de Il Baco da Seta.

Francesca Tenerelli
Nata il 29 gennaio del 1976, parte attiva da sempre nella comunità di Lugagnano, con una breve interruzione per trasferimento a Decimomannu vicino a Cagliari. Ha conseguito la maturità scientifica presso il liceo Galileo Galilei a Verona e attualmente è impiegata in un’Agenzia di Assicurazioni. Sposata e madre di due figli, trova sempre il tempo per dedicarsi alla sua passione, la lettura.