Incidente a Lugagnano, e un cittadino scrive a Sindaco e Comandante della Polizia Locale

A seguito di un incidente che si è verificato ieri a Lugagnano, un cittadino ha preso carta e penna e ha scritto al Sindaco di Sona Gianluigi Mazzi e al Comandante della Polizia Locale Roberto Mori (e al Baco).

Tema della lettera è la situazione della circolazione e della sicurezza stradale di via Molinara Nuova, la strada che dalla strada principale della frazione via Mancalacqua porta a via Bellona.

Via Molinara nuova a Lugagnano
In rosso via Molinara Nuova a Lugagnano.

Gentilissimi Comandante Roberto Mori e Sindaco Gianluigi Mazzi vi scrivo come cittadino di Lugagnano e come padre di famiglia, preoccupato per la propria ed altrui sicurezza, riguardante la viabilità di via Molinara Nuova.

Questa mattina, mercoledì 22 febbraio 2017 alle ore 8.30 – scrive, infatti, Filippo – sono stato lo spiacevole testimone, di uno, speriamo non grave, incidente automobilistico frontale tra due vetture; all’incrocio tra via Molinara Nuova e via Carlo Cattaneo. Non è la prima volta che assisto a mancati incidenti su questa strada, ma questa volta purtroppo è avvenuto.

Questa mail, non vuole presentarsi come una qualsiasi mail di lamentela, ma vorrei sapere come può essere che via Molinara Nuova non sia ancora divenuta una strada di senso unico; visto la dimensione ridotta della corsia, vista la velocità che gli automobilisti incuranti tengono e vista la difficoltà di passaggio alla presenza di un furgone oppure uno scuolabus o anche un camioncino/spedizioniere che deve scaricare merce/spedizioni nelle zone limitrofe…

Se non ricordo male, questa problematica, dovrebbe essere stata inserita “nell’elenco delle cose da fare”, dello scorso e degli anni precedenti. Capisco che ci sono delle priorità in Comune che possono in qualche maniera anticipare questa – prosegue il cittadino di Lugagnano – ma aver paura di attraversare la strada a piedi oppure non lasciar liberi i figli di fare un giro in bicicletta nel quartiere, perché la strada è più pericolosa della strada principale di Lugagnano, mi sembra alquanto imbarazzante… e tengo a sottolineare che non sono l’unico cittadino che vorrebbe una situazione diversa per questa strada.

Posso anche provare anche a capire i disagi per le modifiche di viabilità, ma credo che qualsiasi cittadino sia disposto a fare qualche metro in più con la propria vettura per uscire di casa o per rientrare pur di avere una strada più sicura, soprattutto vicino a casa.

Mi rimetto a voi – termina la lettera – che sicuramente gestite in primis la sicurezza dei cittadini del vostro Comune e vi ringrazio per l’attenzione.

Il problema di via Molinara Nuova non nasce oggi. Già nel marzo del 2013, per dire, avevamo pubblicato l’accorata lettera di un gruppo di residenti che chiedeva un intervento all’allora Amministrazione Comunale di Gualtiero Mazzi proprio per mettere in sicurezza quell’area (LEGGI IL SERVIZIO).

Nel gennaio 2014 l’Assessore alle manutenzioni dell’Amministrazione oggi in carica, Gianfranco Dalla Valentina, aveva annunciato che proprio in quella strada sarebbe stato creato un senso unico per mettere finalmente ordine alla viabilità locale (LEGGI IL SERVIZIO). Ed invece ad oggi tutto è ancora fermo, e la situazione rimane pericolosa come dimostrato dall’incidente di ieri.

Contattato dal Baco sulla nuova segnalazione del cittadino di Lugagnano, e sul perchè di questo immobilismo, a rispondere è direttamente il Sindaco Gianluigi Mazzi.

Ho avuto modo di parlare con il signore di Lugagnano che mi ha prontamente informato del fatto. Gli ho spiegato che è vero che avevamo annunciato che avremmo realizzato quel senso unico su via Molinara Nuova, ma quando si è iniziato a parlare della sua realizzazione ci siamo trovati subito contro i residenti delle vie Damasco e Martiri delle Foibe, che mi hanno manifestato tutta la loro contrarietà perché quel senso unico li costringerebbe con le loro autovetture ad un giro più lungo, spostando così il problema del traffico all’intersezione tra via Betlemme e via Mancalacqua.

Il Comune di Sona – spiega il Sindaco Mazzi – soprattutto negli anni novanta e duemila ha privilegiato le lottizzazioni con strade chiuse, con viabilità “a cul de sac”, dimenticando l’importanza delle arterie e delle vie di percorrenze, favorendo sempre e solo chi quelle lottizzazioni le costruisce e non chi poi ci vivrà. Nessuna lungimiranza… L’esempio è proprio via Cattaneo e via Martiri delle Foibe, dove molte auto dei residenti si riversano sulle strade principali da un solo lato, determinandone problemi viari e pericolosità diffuse. Quello stile progettuale permetteva una certa tranquillità nella zona residenziale, ma aumentava di molto i rischi e le difficoltà proprio nel punto più delicato: l’uscita dalla lottizzazione.

Stiamo intervenendo – prosegue Mazzi – affinché in futuro cambi questo modo di urbanizzare e, allo stesso tempo, ci siamo attivati per risolvere i problemi che oggi esistono, come quello appunto di via Cattaneo.

Subito dopo aver ricevuto questa segnalazione ho coinvolto il Comandante della Polizia Locale Roberto Mori, invitandolo a presentare una proposta di soluzione il più rapidamente possibile, per mettere in sicurezza la viabilità per le auto salvaguardando al contempo pedoni e ciclisti.

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews