In vendita il libro storico del Baco

Lo sapevate che San Giorgio nel 1871 era la frazione più popolosa del Comune con 1.063 abitanti, mentre Lugagnano la più piccola con 499? Lo sapevate che 36 famiglie di Sona partirono nel 1876 in cerca di lavoro e giunte a Genova, dove dovevano trovare una nave per condurle in Brasile ove le aspettava un lavoro, non trovarono né nave, né chi, avendo incassato un lauto compenso, aveva promesso “il viaggio della speranza”?

 

Lo sapevate che per essere promossi all’esame di terza elementare nel 1894 le bambine oltre a saper di conto e scrivere dovevano fare una calza e una camicia ed i bambini “nel campicello della scuola” dovevano dimostrare di conoscere terreni e concimi? Lo sapevate che al Censimento del 1881 su 3545 abitanti risultavano iscritti in Comune 1283 poveri, 1000 indigenti e 20 questuanti, pari al 65% della popolazione?

 

Troverete queste e moltissime altre notizie nel libro storico edito dal Baco. Dal titolo “Lugagnano – Palazzolo – San Giorgio – Sona. Fatti, storie, personaggi. Dal Regno Lombardo Veneto al Regno d’Italia (1866-1901)”, è in distribuzione in questi giorni al prezzo di copertina di euro 20, in occasione dei 150 anni dell’Unità d’Italia. Il volume, che si occupa della storia del nostro Comune nel periodo che va dal 1866 al 1901, è rintracciabile in tutti gli usuali punti di distribuzione del Baco, telefonando al numero 3469639264 oppure scrivendo a redazione@ilbacodaseta.org.

 

Il libro, primo di una triologia che racconterà la Storia di Sona fino al 1945, gode del patrocinio del Comitato Nazionale per le celebrazioni dei 150 anni dell’Unità d’Italia, della Regione del Veneto, della Provincia di Verona e del Comune di Sona. Hanno inoltre contribuito alla realizzazione del volume i quattro Gruppi Alpini del Comune, l’AVIS di Lugagnano, i NAL Negozi Associati di Lugagnano e molte imprese locali e numerosi privati.

 

Quasi trecento pagine a colori di piacevole lettura che propongono in maniera accuratissima, grazie ad un lungo lavoro di archivio, la vita pubblica e privata delle nostre frazioni, con moltissimi aneddoti e dati che permettono di ricostruire una vicenda locale fino ad oggi poco conosciuta. Numerosi i documenti originali e inediti pubblicati, che forniscono un affresco straordinariamente vivo e concreto di cosa realmente fossero il nostro territorio e le nostre comunità negli anni dell’Unità d’Italia.

 

Un’opera da non perdere per conoscere da dove veniamo. E per poter meglio valutare dove stiamo andando.