Il Questionario del Baco: Risponde Corrado Andreoli, presidente dell’AVIS di Sona e grande appassionato di montagna

Prosegue la rubrica “Il Questionario del Baco” con la quale andiamo a conoscere in maniera leggera e scherzosa alcuni nostri concittadini. Si tratta di una serie di domande, sulla scorta del celebre “Questionario di Proust”, volte a conoscere i gusti e le aspirazioni personali di chi vi risponde. Malgrado la denominazione possa indurre a pensare che sia stato creato da Marcel Proust, il grande scrittore francese si limitò a fornire le proprie risposte

In questo numero risponde al questionario Corrado Andreoli (nella foto di Mario Pachera). Nato a Pescantina 69 anni fa, è sposato con due figli. Ha tre nipotine e vive felicemente a Sona. E’ presidente dell’AVIS comunale di Sona, da poco rieletto, ed alpino. Fa parte della commissione escursionismo del CAI di Verona e collabora con il CAI Valpolicella nella manutenzione sentieri in Lessinia.

Il tratto principale del suo carattere?
Tenacia e perseveranza.
La qualità che preferisce in un uomo?
L’onestà.
La qualità che preferisce in una donna?
La sincerità.
Quel che apprezza di più nei suoi amici?
La vicinanza nelle difficoltà.
Il suo principale difetto?
Essere troppo precipitoso.
Il suo sogno di felicità?
Vivere nella natura.
Quale sarebbe, per lei, la più grande disgrazia?
Perdere un famigliare.
La nazione dove vorrebbe vivere?
Italia.
Il colore che preferisce?
Rosso.
La bevanda preferita?
Un bicchiere di Bardolino.
Il piatto preferito?
Gnocchi di malga.
I suoi eroi nella vita reale?
Chi aiuta il prossimo.
La sua canzone preferita?
“Io vagabondo”.
Il suo libro preferito?
“Appeso a un filo di seta” di Hans Kammerlander.
Il giorno più importante della sua vita?
Quando mi sono sposato.
Quel che detesta più di tutto?
Essere preso in giro.
In che città vorrebbe vivere?
Trento.
Cosa le piace di più di Sona?
La tranquillità.
Cosa le piace di meno di Sona?
I centri commerciali.
Il personaggio storico che disprezza di più?
Hitler.
Il dono di natura che vorrebbe avere?
Essere intonato.
Come vorrebbe morire?
Addormentarmi nel mio letto.
Stato attuale del suo animo?
Sereno.
Le colpe che le ispirano maggiore indulgenza?
Una bugia a fin di bene.
Il suo motto?
Non mollare mai.