Il Presidente della Pro Loco: “La solidarietà a Sona esiste, si vede e si sente”

“La solidarietà a Sona esiste, si vede e si sente”. Questo è quanto sostiene Luca Foroni (nella foto), Presidente della Proloco di Sona, l’organizzazione di Promozione Turistica che ha sia lo scopo di promuovere le attività Turistiche e Culturali del nostro Comune sia promuovere ed  incentivare l’attività delle Associazioni, favorendo la collaborazione e la cooperazione tra le stesse.

La convinta considerazione nasce dalla valutazione che si sta facendo in questi ultimi mesi, all’interno della Proloco, sul progetto “Lotteria delle Associazioni del Comune di Sona”.

Nata in sordina e per scommessa nel Novembre del 2012, la Lotteria si è trasformata in uno straordinario strumento di promozione della solidarietà e della sussidiarietà. Il meccanismo che regola la Lotteria è alquanto semplice ma estremamente efficace.

Quella del 2013/2014 è la seconda edizione – racconta Foroni – La prima, organizzata tra Novembre 2012 e Giugno 2013, è stata oltremodo una sorpresa. Il 02 Giugno 2013, in occasione per la Festa della Repubblica Italiana organizzata dal Comune e svoltasi a Lugagnano, si è tenuta l’estrazione dei biglietti vincenti. Il bilancio finale ha consegnato ai posteri un lusinghiero risultato di 18.000 biglietti venduti!”.

Ogni annoprosegue Foronivengono individuati tre progetti che, tra tutti i progetti candidati, assumono una importante rilevanza sociale nel nostro Comune. La scelta di quali progetti promuovere viene demandata ad una decisione collegiale all’interno della Proloco. A tale incontro pubblico vengono invitate tutte le Associazioni del Comune di Sona. I partecipanti assieme valutano la bontà dei progetti e scelgono collegialmente quali ‘sponsorizzare’. In maniera aperta, propositiva e, soprattutto, assolutamente democratica”.

Ma entriamo nel dettaglio operativo. “Il valore di  ogni singolo biglietto- ci spiega Foroni – è pari ad 1€. Per ogni biglietto venduto 0,50 € rimangono direttamente all’Associazione che effettua la vendita, il rimanente viene confluito alla cassa della Proloco. Una volta terminata la campagna di vendita si procede alla consuntivazione : vengono tolte le spese relative ai premi in palio, i costi per le pratiche burocratiche (comunicazioni, bolli, ecc, ecc), i costi per la produzione del materiale informativo e pubblicitario (poca cosa in realtà, si punta molto sul passa-parola e sull’efficacia dei Social Networks). Il ricavo netto viene diviso in parti uguali tra i progetti sponsorizzati. L’Associazione non si deve preoccupare della burocrazia, dei premi e della comunicazione. Ci pensa la Proloco. Semplice, lineare, alla luce del sole…”.

La Lotteria delle Associazioni è una Raccolta di Fondi Pubblica. La Proloco si incarica di sbrigare tutte le partiche amministrative e burocratiche propedeutiche alla raccolta stessa.

“Nell’edizione 2012-2013 – racconta ancora Foronii progetti finanziati sono stati: i lavori di ampliamento del Museo della Baita Alpini di Lugagnano, il sostegno al S.O.S. di Sona per l’acquisto di una nuova ambulanza, un contributo al Comune di Sona per l’acquisto di un pulmino da destinare ai servizi sociali per i trasporti degli anziani. Come dicevo sono stati venduti 18.000 biglietti, pari quindi ad un incasso di 18.000 €. Un risultato incredibile! Di questi 18.000€ – continua Foroni – 9.000 €, per effetto della regola descritta sopra, sono rimasti direttamente nelle casse delle Associazioni, altra cosa straordinaria, che hanno effettuato la vendita. I rimanenti 9.000 € hanno generato, tolte le spese, un utile di 5.500 €. Le tre Associazioni titolari dei progetti sono state convocate presso la sede della Proloco per comunicare loro il risultato. Il rappresentante del Comune di Sona, con grande disponibilità e portando la voce dell’Amministrazione, ha informato tutti che il Comune stesso non avrebbe incassato la parte di propria spettanza e che l’avrebbe lasciata alle altre due Associazioni. S.O.S Sona e Alpini Lugagnano quindi hanno avuto la possibilità di dividersi 5.500 € da destinare ai propri progetti. Collegialmente hanno deciso di lasciare in Proloco 500 € come riconoscenza al lavoro fatto dalla stessa e i rimanenti 5.000 € sono stati divisi in parti uguali.”

Sulla scorta di questo grande risultato a Novembre 2013 è stata indetta la riunione per l’organizzazione dell’edizione 2013-2014. A Dicembre è iniziata la nuova campagna di raccolta. I criteri sono rimasti gli stessi. L’unica variante è relativa alla durata: non più 6 mesi come nella precedente edizione ma 10 mesi. Questa edizione della Lotteria terminerà infatti il 05 Ottobre 2014 data dell’estrazione dei numeri vincenti. Si è pensato di sfruttare l’estate che fisiologicamente porta le persone a muoversi di più, ad uscire più volentieri di casa e a frequentarsi all’interno delle feste, delle sagre e degli eventi. Scelta che, conferma Foroni “si è rilevata assai interessante e fruttifera. La vendita dei biglietti durante le manifestazioni pubbliche rappresenta la sesta marcia nel motore della Lotteria!”.

Quest’anno i progetti finanziati sono:

1)    Sona Comune Cardioprotetto: La Lotteria contribuirà  a sostenere l’acquisto dei defibrillatori e alla formazione degli operatori che li utilizzeranno. In prima file le Associazioni Sportive del Comune di Sona e il Comune stesso.

2)   Pazza Scienza: promosso dal Comitato Genitori ed il Consiglio d’Istituto di Sona, l’iniziativa è volta ad avvicinare la scienza sperimentale alle persone, stimolando, attraverso lo stupore ed il ragionamento ogni singolo studente ed offrendo ai docenti esperimenti interattivi e curiosità che potranno arricchire le loro lezioni di scienze. La Lotteria contribuisce a sostenere le spese per l’organizzazione dell’evento che si è tenuto lo scorso giugno.

3)   Assistenze Domiciliari per l’Autismo: a favore dell’Associazione di Promozione Sociale Ants-Onlus. La finalità dell’Associazione è quella di supportare e formare sin dalla diagnosi della sindrome, le famiglia dei ragazzi autistici, creando una visione nuova sulle caratteristiche dell’Autismo: lavorare sulle potenzialità di questi ragazzi per migliorarne la qualità di vita e giorno dopo giorno farli diventare adulti il più possibile autonomi. La Lotteria contribuirà a sostenere articolate iniziative di Assistenza Domiciliare che l’associazione promuoverà verso le famiglie dei ragazzi autistici.

Come per l’edizione 2012-2013, anche questa del 2013-2014 vede un misto di progetti socio-sanitari e progetti socio-culturali. La pluralità è sempre l’arma più efficace per una campagna di raccolta fondi intelligente.

Ad oggiracconta Foroniabbiamo venduto la bellezza di 20.000 biglietti. Risulta quindi non solo confermato ma addirittura migliorato il risultato precedente! La Lotteria ormai si sta facendo conoscere sul nostro territorio. E non solo. E’ uno strumento che piace anche se non è sempre facile far capire alle persone quanto poco sia lo sforzo economico individuale qualche euro rispetto al grande risultato complessivo che si ottiene. In questi anni di grande crisi la solidarietà e la sussidiarietà tra le persone assume un nuovo significato. Non più solo: ‘si fa perchè è bello farlo e perché è giusto’ ma ‘si fa perché è necessario farlo’. Ne va della sopravvivenza del nostro welfare. Da un punto di vista puramente economico-finanziario 100 € raccolti da 100 persone hanno lo stesso valore di 100 € raccolti da una persona. Peccato però che le persone in grado di dare 100€ da sole sono sempre meno, mentre le 100 disposte a dare 1 € ci sono. Lo sforzo che facciamo – sottolinea Foroni – è proprio quello di dedicare ai cittadini il tempo che serve per spiegare la bontà dei progetti che sosteniamo e, soprattutto, la bontà dell’idea di ‘solidarietà globale’ che sta dietro la Lotteria. Uno sforzo condiviso è più bello, stimolante e gratificante. In questo modo nessuno nega il proprio sostegno. L’esperienza che stiamo facendo nelle sagre e nelle feste paesane ci porta proprio in questa direzione.”

Una considerazione a latere ci porta a fare una valutazione: quale ente pubblico o privato che sia ha, negli ultimi anni, devoluto 38.000 Euro a favore delle Associazioni? Comune a parte, che di certo di questi tempi non naviga dell’oro, crediamo pochi o nessuno. L’istituzione Lotteria delle Associazioni la sua parte l’ha fatta alla grande.

“L’invito che pubblicamente facciamo – conclude Foroni – è rivolto a tutte, dico tutte, le Associazioni del nostro Comune. Sostenete con la Lotteria vendendo i biglietti. La metà del biglietto venduto rimane direttamente all’Associazione che ne fa richiesta, il resto va a finanziare progetti di solidarietà all’interno della comunità in cui viviamo. E’ un ciclo virtuoso che genera auto sostegno nella comunità. I ragazzi che frequentano Pazza Scienza ed apprendono le nozioni scientifiche sono i nostri figli. I ragazzi, e non solo, che frequentano gli impianti sportivi che vogliamo protetti dal punto di vista dell’insorgenza di problematiche cardiache sono i nostri figli. I ragazzi che soffrono di Autismo potrebbero essere i nostri figli. La civiltà di una società si misura anche dal livello di solidarietà che essa stessa è in grado di generare al proprio interno.”

I biglietti sono disponibili o presso la Proloco, previa richiesta da inviare a info@prolocosona.it o presso la ditta SAT di Gianfranco Tietto di Lugagnano in via Cao del Prà 43 (Tel. 045 514242). La formula di acquisizione è la seguente: l’Associazione acquista dalla Proloco il quantitativo di biglietti del valore di 1€ a cui interessata. La Proloco provvederà poi a stornare alla stessa 0,50€ a biglietto, generando in questo modo l’incasso che rimane nella cassa dell’Associazione.