Il PD di Sona: “Su Cà di Capri il Sindaco deve prendere decisioni chiare”

Giovedì 22 gennaio l’Amministrazione Comunale di Sona ha tenuto un incontro a Lugagnano per parlare di criticità ambientali quali Ca di Capri, Sun Oil, odori nauseabondi in Valle, infiltrazioni in falda, problematiche nella raccolta dei rifiuti. Pochi purtroppo i cittadini che sono intervenuti.

La serata, di cui daremo conto sul prossimo numero della nostra rivista, è stata occasione per dare un quadro complessivo sulle tante emergenze ambientali presenti sul nostro territorio.

Presenti all’incontro per la maggioranza il Sindaco Mazzi, gli Assessori Dalla Valentina e Forante, il Presidente del Consiglio Merzi ed alcuni Consiglieri. Nessuno in sala invece tra i Consiglieri di minoranza.

A commentare quella serata, e gli argomenti trattati, è intervenuto in questi giorni il PD di Sona, che siede in Consiglio Comunale nei banchi della minoranza con il Consigliere Enrico Cordioli, assieme alla lista civica Nuove Prospettive.

“Non sono state proposte soluzioni particolari e l’impressione è stata che si cercasse più che altro di prendere tempo per capire cosa fare – indicano dal PD. – Ad esempio, sulla Cà di Capri il Sindaco non ha detto cosa intende fare concretamente se la Regione, come sembra, dovesse deliberare di ridare parere positivo alla riapertura della discarica per il conferimento del car fluff”.

“Ad una precisa domanda posta da Lucio Santinato, rappresentante del Comitato dei Cittadini, se l’Amministrazione fosse disposta a tutelare il territorio affiancando il Comitato in un eventuale nuovo ricorso al  TAR – proseguono dal Partito Democratico di Sona – non è pervenuta risposta o presa di posizione, così come avvenuto nei mesi scorsi sempre sullo stesso argomento”.

“Se, come crediamo, non è sostenibile che la discarica riapra vedendo conferiti anche il car-fluff, origine di tutti i problemi ambientali di Ca’ di Capri, il Comune di Sona dovrà far valere la propria contrarietà in ogni sede istituzionale e giudiziaria”.

“L’intenzione della Giunta sonese di incontrare i cittadini sulle minacce alla nostra salute è meritoria ma crediamo che occorra passare dalle doverose comunicazioni e dal coinvolgimento dei cittadini a delle soluzioni concrete. Noi pensiamo che alcune questioni come quelle delicatissime dell’ambiente che riguardano l’aria e l’acqua, ma anche i rumori e gli odori, debbano caratterizzare una Amministrazione Comunale. Come Gruppo consigliare Partito Democratico e Nuove Prospettive, anche se tra i banchi della minoranza – terminano dal PD – cercheremo di intensificare il nostro impegno e le nostre iniziative con il continuo coinvolgimento dei cittadini ma anche dei parlamentari e dei consiglieri regionali, in quanto per alcune questioni non bastano le semplici ‘buone intenzioni’ e soprattutto non possono essere risolte da un singolo Comune ma serve una sinergia anche con gli altri enti: Comuni limitrofi, Regione, Governo”.

.