Il PAT è (quasi) definitivo, ma la situazione è già bollente. Critiche al Presidente del Consiglio Comunale Merzi

Come vi avevamo già scritto (LEGGI IL SERVIZIO), il primo agosto di quest’anno nella Conferenza di Servizi, presso la Provincia di Verona è stato approvato il Piano Assetto Territorio (il famoso PAT). Il PAT è uno strumento di cui il Comune può avvalersi per apportare modifiche e rivalutazioni sul nostro territorio relativamente all’aspetto urbanistico, agricolo, industriale e ambientale.

L’entrata in vigore del PAT è ormai prossima, nonostante provenga da un iter lungo e travagliato: non approvato durante l’Amministrazione di Gualtiero Mazzi, poi sospeso, rivisto e in gran parte rifatto, all’attuale Amministrazione ci sono voluti ben tre anni per portare a termine questo progetto (formalmente mancano ancora la delibera di ratifica del Presidente della Provincia e la pubblicazione sul B.U.R. della Regione Veneto, condizioni necessarie per l’efficacia del Piano).

Lo scorso 20 settembre, inoltre, il Comune di Sona ha pubblicato un avviso di bando per la raccolta delle manifestazioni di interesse propedeutica alla redazione del Piano degli Interventi (PI) nell’ambito della quale si invitano i cittadini ad esprimere le proprie osservazioni al PAT entro e non oltre il 21 ottobre 2016.

Alla luce di questi elementi l’intera minoranza del Consiglio Comunale (Enrico Cordioli del PD, Flavio Bonometti di Progetto Comune, Maurizio Moletta della Lista Tosi, Vittorio Caliari del Gruppo Misto, Matteo Boschi del M5S e Gianluigi Furri della Lega Nord) il 29 settembre ha presentato un’interpellanza alla Giunta e agli altri Consiglieri comunali di maggioranza.

Il Presidente del Consiglio comunale di Sona Merzi
Il Presidente del Consiglio comunale di Sona Merzi

Nell’interpellanza i Consiglieri di minoranza, richiamando l’art. 78 del TUEL che prevede un’ipotesi di incompatibilità dei componenti della giunta comunale competenti in materia di urbanistica, di edilizia e di lavori pubblici all’esercizio dell’attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio da essi amministrato, puntano il dito contro il Presidente del Consiglio Roberto Merzi, che è anche geometra e che le minoranze accusano di “iperprotagonismo”, in quanto:

dovrebbe essere garante di imparzialità ed equidistanza dall’azione della Giunta comunale, non fonte di imbarazzo e danno all’immagine delle istituzioni.

La questione nasce dal fatto che il Presidente del Consiglio risulta aver divulgato a propria firma ad associazioni e portatori di interesse del territorio comunale l’avviso di una serata, organizzata dal Comune di Sona per illustrare la fase di redazione del primo Piano degli Interventi del Comune di Sona e le modalità di presentazione delle domande per le manifestazioni di interesse.

Nell’interpellanza viene chiesto di sapere, inoltre:

se l’Amministrazione Comunale sia consapevole che l’impossibilità di conoscere le controdeduzioni dei cittadini alle osservazioni al PAT adottato rende difficoltoso e potenzialmente illegittima la raccolta delle manifestazioni di interesse propedeutiche alla redazione del PI (Piano degli Interventi) e se non sia opportuno rinviare il termine di conclusione della raccolta delle manifestazioni di interesse a giorni 30 dall’effettiva pubblicazione del PAT sul BURV e se non sia opportuno, invitare il Presidente del Consiglio Comunale nonché ogni altro membro della giunta comunale o del consiglio comunale, esercitante l’attività professionale in materia di edilizia privata e pubblica nel territorio di Sona, a non occuparsi, pubblicamente e privatamente, delle questioni urbanistiche connesse alla preparazione e/o diffusione degli strumenti urbanistici comunali (PAT, PI, accordi urbanistici…).

Sul tema i Consiglieri di minoranza non risparmiano, infine, una bacchettata anche al Sindaco Gianluigi Mazzi:

Il Sindaco si faccia garante della massima trasparenza della grande trasformazione urbanistica di Sona. Non si può essere allo stesso tempo arbitro e giocatore. Ne va della legalità ma anche dell’immagine del nostro bel territorio.

Nel prossimo numero del Baco che troverete in edicola da sabato 8 ottobre, riporteremo i commenti dell’assessore Gianfranco Dalla Valentina sul nuovo PAT e daremo voce alla Lista di minoranza Progetto Comune per approfondire il rapporto tra maggioranza e minoranza.