Il mercato dell’energia elettrica

La completa attuazione del Decreto Bersani del 1999 consente, dallo scorso 1 luglio 2007, anche alle famiglie di scegliere un fornitore di energia diverso dall’ENEL.

 

Con questa opportunità, di fatto, ciascuno di noi è libero di cambiare il proprio fornitore di energia elettrica e di gas, proprio come da anni accade con l’operatore del telefono.

 

Da questa possibilità se ne dovrebbero ricavare dei risparmi in termini economici: mettere assieme, ad esempio, l’energia elettrica e il gas in un unico gestore, dovrebbe garantire una evidente possibilità di scontistica.

 

Val la pena segnalare che molte sono le tariffe emergenti nel mercato: ad esempio la bio-oraria, che permette scontistiche sul prezzo della corrente quando l si usa in orari notturni e festivi, quella “ecologica” che promette di fornire energia proveniente solo da modi eco-compatibili di produzione (solare, eolico, …) e molte altre.

 

In attesa che il mercato di stabilizzi, è importante ricordare che in internet esistono degli ottimi strumenti che aiutano a capire le opportunità offerte dal mercato: di particolare rilievo è quello proposto da altroconsumo, al link http://www.altroconsumo.it/map/show/12700.htm Inserendo le informazioni richieste si arriva all’offerta “migliore per ciascuno di noi”.

 

Come sempre, prima di cambiare occorre approfondire le offerte e le indicazioni (ad esempio nel sito di enel http://www.enel.it/enelcasa/home/home.asp).

 

Buon confronto