Il Dottor Pressi premiato per il suo impegno nel campo della salubrità sportiva nel ciclismo

Il giornale L’Arena di ieri riporta la notizia del conferimento del premio “Guido Rizzetto” al Dottor Luigi Pressi, medico di base che opera dai primi anni ‘70 nel Comune di Sona.

Il premio è inconsueto perché non si riferisce alla sua attività professionale bensì al suo impegno nel campo della salubrità sportiva nel ciclismo.

Fece parte infatti, come scrive L’Arena, del settore sanitario della Nazionale di ciclismo per alcuni anni fino al 1996, quando la sua collaborazione fu interrotta perché “denunciò i valori anomali nel sangue degli atleti”.

Non eravamo a conoscenza di questo precedente mentre eravamo al corrente, e la nostra rivista l’aveva segnalato più volte, che era stato un ciclista amatoriale che nel settore aveva ottenuto risultati eccezionali. Aveva infatti, fra l’altro, vinto la medaglia d’oro nel 1983 e nel 1984 nel campionato mondiale di ciclismo, settore amatori.

Le più vive congratulazioni al Dottor Pressi per un premio che onora il suo impegno e il suo esempio  in un comparto così importante per i giovani.

Nella foto da L’Arena il Dottor Pressi, al centro, nel momento della premiazione.

.