Il Consigliere Moletta: “Il Comune dovrebbe istituire la Polizia Rurale”

Il tema della salvaguardia e della cura del territorio rurale è sempre all’ordine del giorno anche a Sona. Situazioni di immondizia abbandonata, di scarsa manutenzione, di utilizzo improprio di fossi e terreni sono problemi che purtroppo si riscontrano spesso, anche a causa della grande estensione delle aree agricole che contraddistingue Sona.

 

Una proposta per provare a dare una risposta a queste problematiche arriva dal Consigliere Comunale della Lista Tosi per Sona Maurizio Moletta (nella foto), che risiede a San Giorgio. “Ritengo che il Comune di Sona si debba dotare di un regolamento di Polizia Rurale – spiega Moletta al Baco. – Compito di tale regolamento dovrebbe essere quello di dettare norme idonee a garantire, nel territorio comunale, la cultura agraria nonché la vigilanza sull’adempimento dei servizi ad essi connessi, concorrendo alla tutela dei diritti dei privati in armonia con il pubblico interesse e per lo sviluppo dell’agricoltura”.

 

“L’ambito di applicazione sono le zone agricole del territorio comunale.  Gli argomenti che si potrebbero regolamentare con tale regolamento sono molteplici, ma quelli che ritengo più importanti dovrebbero riguardare – indica il Consigliere Comunale – le acque piovane, la gestione dei fossi  e dei canali, il taglio delle piante, le arature dei terreni  da parte dei frontisti di strade pubbliche, comunali, vicinali ed interpoderali ad uso pubblico e private, la custodia dei cani a la guardia edifici rurali”.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews