Il Comune intitola cinque nuovi percorsi ciclo-pedonabili sul territorio di Sona. Quasi pronte mappa e segnaletica

Ascolta questo articolo

La Giunta del Comune di Sona ha recentemente deliberato l’intitolazione di cinque nuovi percorsi turistici ciclo-pedonali tracciati nel territorio comunale.

Tra gli obiettivi programmatici dell’Amministrazione comunale – spiegano infatti dal Comune – vi è la valorizzazione e lo sviluppo del territorio dal punto di vista turistico-ambientale nell’ottica di un conseguente sviluppo economico della zona, posta nell’area strategica tra Verona ed il lago di Garda, vicina alla catena montuosa del Baldo e alle colline moreniche del Garda e del mantovano.

Per questi motivi l’Amministrazione comunale ha sviluppato ed attivato varie iniziative finalizzate alla valorizzazione turistica del territorio tra le quali il Partenariato “Terre del Custoza” (ora Progetto “Terre del Custoza”), attuato – tra l’altro – con l’individuazione di percorsi ciclabili capaci di accompagnare il turista tra le bellezze naturalistiche, paesaggistiche ed artistiche dei Comuni di Sona, Bussolengo, Valeggio, Villafranca e Sommacampagna e la correlata realizzazione e stampa della mappa dei percorsi stessi denominata “Anello delle Terre del Custoza”.

Altra iniziativa è stata la realizzazione della brochure trilingue “Visit Sona”, che illustra i quattro centri del Comune affidandone la descrizione a personaggi emblematici, storici o celebri del territorio: la “Filandera” per Lugagnano (lavoro tipico delle donne della frazione), il Cavalier Annibale Romani per Sona (benefattore e fondatore dell’omonimo Asilo per fanciulli), Santa Giustina per Palazzolo (Santa alla quale è dedicata l’importante Pieve romanica) e Marchetto della Pernisa per San Giorgio in Salici (protagonista del romanzo storico per ragazzi di Umberto Di Giulio “Patria” ambientato, appunto, in località Pernisa).

L’Amministrazione comunale ha poi provveduto alla realizzazione dell’edizione sonese dei percorsi ciclabili dell’”Anello Terre del Custoza”, intitolata Mappa 1 “Anello Terre del Custoza”, con descrizione sintetica -ma approfondita – del territorio e della storia di Sona, e del patrimonio artistico di ciascun centro del Comune o l’individuazione, tracciatura, mappatura geofisica, segnalazione e promozione su supporto cartaceo e telematico di percorsi turistici pedonali nell’ambito del territorio comunale.

Proprio questo progetto è ora in fase di conclusione con l’individuazione, tracciatura e mappatura di cinque nuovi percorsi turistici ciclo-pedonali, rispettivamente uno “A” a Lugagnano, uno “B” a Sona, uno “C” a Palazzolo e due – rispettivamente “D” ed “E” – a San Giorgio in Salici, dei quali uno adatto anche all’attività di nordic walking – percorsi dei quali è in corso di realizzazione un’apposita mappa illustrativa trilingue, intitolata Mappa 2 “Percorsi e attività all’aria aperta tra arte e natura”, arricchita dalla descrizione dei monumenti e dei luoghi di pregio naturalistico, ambientale o artistico che vi si incontrano, da visitare e sicuramente apprezzare.

Come si diceva in principio, quindi, la Giunta ha provveduto ad intitolare i cinque nuovi percorsi ai medesimi protagonisti della brochure trilingue “Visit Sona” ed, in aggiunta, al famoso tenore Giuseppe Lugo nato a Rosolotti di San Giorgio in Salici.

Il percorso A a Lugagnano è stato pertanto chiamato “La Filandera”, il percorso B a Sona ha preso nome “Cav. Romani”, il percorso C di Palazzolo è stato chiamato “S.Giustina” ed i percorsi D ed E a San Giorgio in Salici sono stati chiamati, “Tenore Giuseppe Lugo” e “Marchetto della Pernisa”.

Ora il Comune provvederà alla stampa della “Mappa 2- Percorsi e attività all’area aperta” e alla realizzazione della relativa segnaletica. Così che i percorsi possano diventare pienamente operativi e godibili da cittadini e turisti.