Il Comune di Sona stanzia 25mila euro a favore delle famiglie per cancelleria e strumenti informatici

Nell’arco dell’anno 2020 le istituzioni locali sono state chiamate più volte ad intervenire mediante interventi di sostegno e supporto a favore di tutte le fasce di popolazione, che sono state colpite da un punto di vista economico-sociale dalla crisi generata dall’epidemia del Covid-19, tra cui in particolare bambini e ragazzi e conseguentemente le famiglie.

Per far fronte a ciò, il Consiglio Comunale di Sona ha stanziato una somma di 25mila euro da destinare alle famiglie residenti nel Comune di Sona, aventi ISEE dal valore inferiore a 25mila euro e uno o più figli frequentanti le elementari o le medie presso uno degli istituti del Comune di Sona, per l’acquisto di materiali ad utilizzo scolastico, quali cancelleria e strumenti informatici utilizzati per la scuola, come stampante, tablet, computer (esclusi smartphone).

Il contributo verrà quantificato in relazione a tre fasce ISEE: per la fascia da 0 a 12mila euro l’importo del contributo concedibile sarà di 200 euro; per la fascia da 12mila a 16mila euro il contributo sarà di 120 euro ed, infine, per quella da 16mila a 25mila, il valore del contributo sarà di 80 euro.

Qualora l’importo complessivo del beneficio economico richiesto, derivante dalla somma delle domande delle famiglie, sia superiore all’importo stanziato dall’Ente, l’importo attribuito a ciascun nucleo familiare verrà proporzionalmente ridotto al fine di consentire a tutte le famiglie aventi diritto di usufruire di detto contributo.

Al contrario, qualora il numero di domande pervenute consentisse un’economia sulla somma stanziata, l’importo attribuito a ciascuna famiglia, inserita nelle diverse fasce ISEE, verrà proporzionalmente aumentato, fino ad un massimo del doppio dell’importo previsto.

Per accedere al contributo, sarà necessario compilare un modulo scaricabile dal sito del Comune di Sona, con presentazione dell’ISEE e degli scontrini di spesa entro il termine del prossimo 2 novembre.

“L’Amministrazione ha ben in mente le preoccupazioni delle famiglie e chi più chi meno sta facendo i conti con una situazione anche emotiva senza uguali – spiega l’Assessore alle politiche sociali Monia Cimichella -. Questa è un’azione che dimostra ancora una volta la nostra ferma volontà di esserci con atti concreti”.