Il “Bruiel” a San Giorgio in Salici

Il giorno dell’Epifania, alle ore 19 nel campo sportivo parrocchiale di San Giorgio Salici, verrà acceso il tradizionale “bruiel”, al suono di cornamuse e canti. L’atteso evento è stato organizzato dalle seguenti associazioni, sempre molto attive nel territorio: Fanti, Alpini, Bocce Farivo Nord, Polisportiva, NOI, Cacciatori, Fidas. 

 

Un grande falò verrà acceso domani sera anche a Lugagnano – nel campo da calcio dietro la Chiesa – dopo una sfilata per il paese con costumi ticipi della tradizione contadina.

 

I falò sono scampoli di ricordi di un antico mondo pagano giunti fino a noi, le cui origini si perdono ben oltre la notte dei tempi. Questa usanza fu conservata dal Cristianesimo e così, seppur con qualche trasformazione, i “brugnei” sono giunti fino a noi tra alti e bassi. In altre parti questa tradizione, seppur molto diffusa ed estremamente cara alle nostre genti, ha rischiato di andare persa; fortunatamente è stata coltivata con fervore nei nostri paesi, che ne hanno preservato la memoria. I significati che si possono dare a questa usanza sono più d’uno.

 

Non c’è dubbio che i falò illuminano il paesaggio con un alone di magia, e per alcunni essi servono per scacciare i brutti ricordi dell’anno appena finito e per trarre auspici sui mesi che verranno.

 

Articolo precedentePolitica a Sona. Forlin: “Revocare le deleghe all’assessore Vantini fino a quando la vicenda della presunta violazione edilizia sarà chiarita”
Articolo successivo“Non condivido troppe cose de Il Nostro Comune!”
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews