Il Baco nella Mela. Verona–New York: solo andata, per un po’

Ascolta questo articolo

Carissimi lettori,

essendo questo il mio primo approdo come corrispondente del Baco da New York, credo sia doveroso presentarmi: sono nata a Lugagnano in una famiglia storicamente parte della comunità del paese e del comune di Sona; dopo essermi laureata in Semiotica del Teatro al DAMS di Bologna ho proseguito la mia formazione nella ricerca con un Dottorato in Studi Teatrali e Cinematografici. Da allora ho sempre continuato a studiare e fare ricerca collaborando con le università di Verona e Bologna.

Due anni fa ho vinto il concorso europeo che mi ha dato la possibilità di realizzare il mio progetto di ricerca chiamato MariBet – La MaMa Experimental Theatre: a lasting bridge between cultures (un ponte ininterrotto fra culture) – dedicato al Cafè La MaMa, un piccolo teatro fondato all’inizio degli anni Sessanta a New York nell’ambito dell’Off-Off Broadway, il circuito alternativo a Broadway, che tutti conosciamo per gli spettacolari musical.

La MaMa, e la sua fondatrice Ellen Stewart sono stati importanti per aver fatto da collegamento tra il teatro americano d’Avanguardia e le altre sperimentazioni teatrali nel mondo, soprattutto in Europa.

Il mio lavoro è scoprire quali sono stati i contatti tra La MaMa e gli artisti europei negli anni Sessanta e Settanta (quelli dell’Avanguardia teatrale) e quali influenze hanno avuto sullo sviluppo dei rispettivi teatri. È così che lo scorso dicembre 2019 sono arrivata a New York per affrontare nella Grande Mela un periodo di ricerca di due anni.

A differenza di quando sono arrivata nell’inverno 2019-20, ora la città è molto diversa e la situazione non mi permette di vivere tutte le esperienze che avrei voluto e potuto: lavorare in archivio, incontrare nuovi colleghi, assistere agli spettacoli, frequentare le serate presentate nelle piccole gallerie d’arte.

Insomma, la possibilità di relazionarmi personalmente con qualcuno al momento è ridotta alla convivenza con la mia coinquilina, e gli incontri mensili con Peter, il professore australiano che segue il mio progetto presso il Graduate Center, il centro di ricerca della City University di New York dove sono ospitata. In poche parole, vivo a New York più o meno come voi in Italia: lavoro a casa ed esco solo per qualche passeggiata o delle visite nei musei, dove si può andare su prenotazione.

Approfitto però delle ore libere dal lavoro per conoscere tutto ciò che posso della città e dei suoi abitanti e sarò felice di condividere con voi questa esperienza.

In genere, quando pubblico le mie fotografie online gli amici mi scrivono di esserne felici perché in questo difficile periodo per loro è un po’ come spezzare la routine ed essere qui con me, mi auguro sarà così anche per voi. Un Baco nella Mela sarà allora la mia piccola finestra aperta su New York attraverso la quale spero di farvi conoscere un po’ la natura e la cultura di questa straordinaria città. Ma condividerò con voi anche l’affascinante mondo della ricerca e vi racconterò alcune pillole di storia della New York degli anni Sessanta e Settanta per condurvi in brevi viaggi nel passato.

www.maribet.eu è il sito dedicato al mio progetto, dove trovate anche il blog con le fotografie pubblicate dall’inverno 2019 e i miei articoli, in italiano e in inglese.

Spero che mi seguirete e se avrete domande o curiosità non esitate a contattarmi!