Il 2 giugno torna “So Nà in Giro”, per promuovere il territorio e i suoi prodotti. Iscrizioni entro domenica

Venerdì 2 giugno, per il quinto anno consecutivo, si tiene nel territorio del nostro Comune “So Nà in Giro”.

Ma che cos’è? Il format è molto simile a quello della Magnalonga, differenza fondamentale è l’organizzazione delle tappe/punti di ristoro. Quest’ultime sono principalmente costruite da Aziende Agricole o Commercianti locali con l’aiuto di gruppi informali ed Associazioni così da avere un rapporto diretto tra produttore e consumatore/partecipante.

Due scatti delle scorse edizioni di So Na in Giro.

L’obiettivo della giornata, oltre al sano divertimento, è quello di portare a conoscenza dei partecipanti realtà locali che altrimenti resterebbero sconosciute. Si tratta quindi di creare per i partecipanti un’esperienza di dialogo con i produttori e i commercianti locali e di degustazione dei prodotti del nostro territorio. Unendo, come si dice, l’utile al dilettevole.

Il tutto divertendosi con la propria famiglia o con i propri amici, passeggiando tra le piccole vie del centro storico di Sona o nel bel mezzo delle colline moreniche: il percorso è composto prevalentemente da strade cittadine asfaltate ma non mancano anche stradine sterrate in aperte campagna.

Gli iscritti verranno suddivisi in gruppi di 50-60 persone e fatti partire intervallati di 20 minuti l’uno dall’altro. Maggiori informazioni riguardo il menù ed il percorso le trovate scaricando la locandina al termine di questo articolo.

Grande è l’entusiasmo degli organizzatori, che godono della collaborazione della Pro Loco di Sona, che per questa quinta edizione hanno introdotto numerose novità a partire dall’innesto di giovani artisti in alcune tappe con i quali grandi e piccini potranno interagire e divertirsi giocando, cantando e ballando.

Il costo del biglietto è di 18 euro per gli adulti, 8 euro per i ragazzi dai 4 ai 14 anni e gratuito per i bambini minori di 4 anni. Le iscrizioni si raccolgono al Bareto in Piazza della Vittoria a Sona, ci si può iscrivere entro il 28 maggio.

Articolo precedenteInaugurata a San Giorgio la mostra di pittura dell’Università Popolare. E’ visitabile fino a sabato
Articolo successivoObiettivo cinema: “Sette minuti dopo la mezzanotte”, di J.A. Bajona. Un cinema fatto di emozioni
Sono nato a Bussolengo l'8 ottobre 1966. Risiedo a Lugagnano sin dalla nascita, ho un figlio. Sono libero professionista nel settore della consulenza informatica. Il volontariato è la mia passione. Faccio parte da 30 anni nell'associazione Servizio Operativo Sanitario, di cui sono stato presidente e vicepresidente e attualmente responsabile delle pubbliche relazioni. Per 8 anni sono stato consigliere della Pro Loco di Sona. Ritengo che la solidarietà, insita nell’opera del volontario, sia un valore che vale la pena vivere ed agire. Si riceve più di quello che si dà. Sostengo la cooperazione tra le organizzazioni di volontariato di un territorio come strumento per amplificare il valore dei servizi, erogati da ognuna di esse, al cittadino.