I migliori libri usciti nel 2019 (a nostro insindacabile giudizio)

Tra tutti i libri usciti nel 2019, quali meritano di essere considerati imperdibili? Ecco un elenco di titoli bellissimi, scelti nel vasto panorama italiano e straniero. Alcuni di loro sono stati già citati e recensiti in questa rubrica, altri compariranno prossimamente.

1. Il treno dei bambini di Viola Ardone narra la vicenda – semisconosciuta ai più – di tanti bambini meridionali poverissimi e malnutriti, che, nel 1946 ebbero la possibilità, su iniziativa del partito comunista, di spostarsi per sei mesi o un anno al Nord, accolti da una famiglia generosa, che li nutrì e li mandò a scuola. Al centro del romanzo vi è la storia del napoletano Amerigo, che viene messo su un treno e mandato a vivere per un anno nel Settentrione, presso una famiglia modenese. La storia personale del piccolo Amerigo, ambientata nell’Italia povera del secondo dopoguerra, piena di speranze, di impegno politico e sociale, ci parla del valore della famiglia, quella biologica e quella che ci scegliamo, quella che ci capita e quella che vorremmo.

La copertina de “Il colibrì” di Veronesi.

2. Il colibrì di Sandro Veronesi racconta la vita dell’oculista Marco Carrera, un uomo che, fin dall’infanzia, ha dovuto fare fatica per crescere, per affermarsi, per farsi capire. Vive dolori tremendi ma resiste come un colibrì, un uccellino minuto capace di sbattere fortissimo le ali e rimanere così,a mezz’aria, sospeso, quasi immobile. Le pagine che raccontano la serie infinita di drammi che investono il protagonista sono intrise di nostalgia e di rimpianto, dai suoi tentativi di restare immobile, per evitare di allontanarsi troppo dalle certezze ed abitudini, ma rimanendone inevitabilmente intrappolato.

3. Cambiare l’acqua ai fiori di Valerie Perrin è un romanzo francese la cui trama ruota attorno alla vita di Violette, una giovane guardiana di cimitero di un paesino della Borgogna, dove vive in una casetta da cui passano ogni giorno, per bere un caffè al volo o per scambiare due chiacchiere, tutti quelli che abitualmente si recano in visita ai loro cari defunti. Violette arriva da lontano ed appare a tutti una donna dolce ma molto riservata, che ha l’aria di averne passate davvero tante. Attraverso numerosi flashback scopriamo pian piano il passato terribile della protagonista, che riesce a curare tutti meno che se stessa, finché non capisce che forse l’unica salvezza possibile è smettere di guardarsi indietro e vivere il presente, con semplicità, un passo dopo l’altro, lavando via le ferite attraverso gesti semplici come si cambia l’acqua ai fiori. Un libro triste ma anche dolce e lieve, che, pur parlando di morte, riesce a far sorridere e riscoprire il valore di ogni singola vita.

4. La versione di Fenoglio di Gianrico Carofiglio si può considerare un manuale sull’arte dell’indagine travestito da romanzo, in cui vi sono sostanzialmente due personaggi: il vecchio maresciallo Pietro Fenoglio e il giovane Giulio, che sta cercando di capire quale sia la sua strada. I due si incontrano per caso, nel luogo dove fanno entrambi fisioterapia, e diventano confidenti. Il maresciallo racconta al giovane storie e aneddoti della sua vita di investigatore, disseminando la narrazione di riflessioni acute sulla natura umana e sul valore della giustizia.

5. Persone normali è il libro della giovane scrittrice irlandese Sally Rooney, la quale vinse lo scorso anno il Sunday Times Young Writer of the Year con il romanzo d’esordio “Parlarne tra amici”. Il suo secondo libro racconta la vita sentimentale di due giovani, Marianne e Connell, molto diversi tra loro per carattere ed estrazione sociale. Frequentano la stessa scuola e la madre di Connell fa la domestica per la famiglia di Marianne. Questo li fa conoscere e i due si innamorano, ma, a causa delle reciproche differenze, finiscono per lasciarsi e riprendersi, allontanarsi e riavvicinarsi. Sally Rooney ci regala una tormentata storia d’amore ed un’acuta analisi psicologica, dove i protagonisti affidano all’amore il compito di cambiarli, di renderli più sicuri e completi.

6. I leoni di Sicilia di Stefania Auci ha mantenuto saldamente un posto nella parte alta della classifica dei libri più venduti per molti mesi. Si tratta di un romanzo storico per gli amanti delle saghe, in cui si tratteggia l’ascesa economica e sociale dei Florio, una delle famiglie più affascinanti di Sicilia, che, dopo essere giunta sull’isola poverissima, dalla Calabria, fa lentamente fortuna. E’ una storia di difficoltà di integrazione e di solitudine,  ma anche di tenacia e riscatto, ambientata tra la fine del Settecento e gli anni Sessanta dell’Ottocento.

7.  I Canti di Giacomo Leopardi sono la raccolta della maggior parte delle liriche scritte dal poeta di Recanati, uno dei più grandi di tutti i tempi. Nel 2019 è stato celebrato il duecentesimo anniversario di una delle poesie più amate della letteratura italiana, L’infinito. Questa importante ricorrenza rappresenta un’occasione imperdibile per approfondire, naufragando dolcemente, il mondo del poeta più tormentato e affamato di senso della poesia italiana, attraverso la lettura degli altri versi da lui scritti.

Chiara Giacomi

About Chiara Giacomi

Nata a Verona nel 1977, si è diplomata al liceo classico e ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona. Sposata, con due figli, insegna Lettere presso il Liceo Medi di Villafranca. Lettrice appassionata, coordina il Gruppo Lettura della Biblioteca di Sona.

Related posts