I libri di Natale. Consigli per gli acquisti targati Baco

Anche quest’anno arrivano puntuali i consigli del Baco per scegliere libri da mettere sotto l’Albero come dono per se stessi o per i propri cari. Le nostre proposte spaziano tra generi diversi e riguardano le uscite più recenti, con consigli per tutte le età.

Donatella Di Pietrantonio, autrice del Premio Campiello “L’arminuta”, da fine novembre è tornata in libreria con “L’età fragile”, un libro in cui la vulnerabilità come condizione caratterizzante l’essere umano è al centro della narrazione. Il romanzo vive la tensione di un thriller perché racconta di un doppio femminicidio ed è ambientato in Abruzzo, terra natale della scrittrice.

In autunno è uscito anche “Giù nella valle” di Paolo Cognetti, una storia legata alla montagna, luogo di residenza e di amore incondizionato dello scrittore. Il romanzo non è però ambientato in Valle d’Aosta, dove appunto Cognetti vive da vari anni, ma in Valsesia. La storia ruota attorno a due fratelli, Luigi e Alfredo, apparentemente diversi ma accomunati dal disagio, dal senso di estraneità alle loro vite, in cui l’alcol mette a tacere la fragilità che si portano dentro.

Per la gioia di chi la segue fin dagli esordi, quando ottenne un enorme successo pubblicando “I love shopping”, per Natale sugli scaffali è comparsa l’ultima fatica di Sophie Kinsella, “Sono esaurita”, in cui si tratta il tema per niente leggero del burnout: un insieme di sintomi che derivano da stress, frustrazione, scarsa autostima, sensazione di perdita di controllo che molti lavoratori conoscono bene.

Agli amanti di gialli e thriller si segnalano l’ultimo libro di Donato Carrisi, “L’educazione delle farfalle”, che promette una grande suspence, e “Città di polvere” di Hayley Scrivenor, un bel crime ambientato nella calda Australia, in cui si racconta la scomparsa di una ragazzina, con i sospetti di tutta la comunità che si concentrano sulla famiglia.

Tra i saggi è uscito di recente “La speranza africana” di Federico Rampini, che mette a fuoco non solo i problemi ma anche le potenzialità ed i cambiamenti in atto nel continente africano. Aldo Cazzullo ci propone invece “Quando eravamo i padroni del mondo.Roma: l’impero infinito” con cui ricostruisce il mito di Roma attraverso personaggi, luoghi e simboli del potere.

“Le schegge” è il titolo dell’ultimo romanzo di Bret Easton Ellis, l’autore di “American psycho”, in cui il lettore si deve districare tra realtà e finzione, tra verità e immaginazione.

Per chi ama i racconti, molto gradevole è la breve raccolta “Café Royal” di Marco Balzano, che ci presenta storie di persone molto diverse tra loro, unite dalla frequentazione dello stesso bancone e dei tavolini di un cafè milanese. Pur essendo estranee, la penna di Balzano ce li fa sentire vicine, come se fossero vicini di casa, amici, familiari, persino noi stessi.

Per chi ama il Giappone e le sue atmosfere può essere un dono perfetto “Il Giappone a colori” della scrittrice Laura Imai Messina, uscito a fine ottobre. Nel libro la scrittrice italiana racconta la sua terra d’adozione attraverso i colori, facendone un viaggio che muta il nostro modo di guardare alle cose.

I preadolescenti amanti della saga di Percy Jackson non potranno rimanere delusi se sotto l’albero troveranno la sua ultima avventura dal titolo: “Il calice degli dei. Percy Jackson e gli dei dell’Olimpo” di Rick Riordan, uscito in settembre.

Nel campo degli albi illustrati si segnala per un dono ai più piccoli (ma anche ai futuri genitori) “Papà” di H.Delforge e Q.Gréban, una meravigliosa dichiarazione d’amore ai padri: tutti diversi ma accomunati dal desiderio di rendere felici i propri figli. L’albo sulla paternità segue “Mamma”, uscito in precedenza, che ha riscosso grandissimo apprezzamento.

Infine, “In un angolo di mondo” di Jimmy Liao è una lettura adatta ai bambini dai sette anni in su sul tema del viaggio, del coraggio, delle esperienze che ci fanno crescere ed emozionare.

“Quando arrivi nell’angolo di mondo, per favore, fai silenzio. Interrompi ogni comunicazione, dimentica il tempo, e comincia a capire questo luogo allo stesso tempo ignoto e familiare. Alcune persone ci arrivano sognando. Altre quando leggono un libro. Alcuni ci si ritrovano giocando, o quando entrano in un cinema. C’è un angolo di mondo che attende ognuno di noi.” (Jimmy Liao). Buon Natale di letture!

Chiara Giacomi
Nata a Verona nel 1977, si è diplomata al liceo classico e ha conseguito la laurea in Lettere presso l'Università di Verona. Sposata, con due figli, insegna Lettere presso il Liceo Medi di Villafranca. Lettrice appassionata, coordina il Gruppo Lettura della Biblioteca di Sona.