I libri da portare sotto l’ombrellone: i consigli del Baco

Anche se il meteo quest’anno sta rallentando l’arrivo dell’estate, a breve un po’ tutti potremo partire per le agognate vacanze.

Che si tratti di rilassarsi in spiaggia o in un bel rifugio di montagna, di godersi il sole sulla sdraio in terrazza al lago o ingannare il tempo sul volo aereo verso una città d’arte europea, gli italiani almeno in estate abbinano le ferie ad una piacevole lettura.

81JTX4VaG4L-696x1076Ma quale libro mettere in valigia? A volte non è facile schiarirsi le idee entrando in librerie stracolme di copertine sgargianti e con titoli tutti apparentemente stuzzicanti. Per non lasciarsi guidare dalla sensazione o dall’offerta del momento e poi rimanere delusi dal contenuto, finendo per sbadigliare sotto l’ombrellone, ecco una selezione di libri che vale la pena leggere perché coinvolgenti e di contento niente affatto scontato.

Gli appassionati di romanzi contemporanei americani non possono perdersi la trilogia rivelazione dell’anno, ovvero Trilogia della pianura di Kent Haruf, che si compone di Canto della pianura, Crepuscolo e Benedizione.

Haruf  con semplicità minimalista racconta la vita di Holt, una cittadina del Colorado, dove tra campi di grano, strade isolate e ritmo lento vive gente qualunque, che si porta sulle spalle il peso dei problemi, dei rimorsi e dei rimpianti, i sogni e le ansie del quotidiano, in un tempo scandito da stagioni ed eventi sempre uguali. Tutto questo sembra poco accattivante, eppure i sentimenti dei cittadini di Holt sono i nostri, il loro senso di incompletezza e i desideri inespressi sono quelli di chiunque. Ci si affeziona ai protagonisti inventati dalla penna di Kent Haruf, che entrano dentro, insieme alla lenta malinconia che avvolge la cittadina americana.

Altra imperdibile uscita è Mi chiamo Lucy Barton di Elizabeth Strout . La famosa ed amatissima autrice americana racconta in questo breve romanzo la storia di una giovane donna ricoverata in un ospedale di Manhattan e la madre, che la viene a trovare dopo tanti anni di lontananza e di incomprensione. Un libro di poche parole profonde e tanti silenzi pieni di emozione.

6535616_1000788Notti in bianco, baci a colazione di Matteo Bussola, fumettista veronese, è invece una sorta di diario di un padre, che si divide tra il lavoro e la casa, dove lo aspettano tre bimbe piccole. Si tratta di un libro dolce e pieno di vita, nato dall’esigenza di rispondere alle tante domande delle figlie e catturare ogni giorno un attimo di felicità.

Per gli appassionati di gialli all’italiana, va segnalato Mare nero di Gabriella Genisi, la nuova indagine del commissario barese Lolita Lobosco, che, tra un panzerotto e una focaccia pugliese, spostandosi per le vie sulle Louboutin tacco 12, cerca di risolvere un brutto caso di omicidio avvenuto nelle acque di Bari: i corpi di due fidanzati vengono infatti  ritrovati senza vita dopo un’immersione.

Noir molto coinvolgente e di forte tensione psicologica, ambientato sulle spiagge della Versilia, è Cosa resta di noi di Gianpaolo Simi, che racconta la storia di una coppia, Edo e Guia. Lui fa il bagnino mentre lei è scrittrice. I due cercano di avere un figlio, che purtroppo non arriva. La loro relazione, apparentemente felice e solida, pian piano si sgretola, portando silenzi, rabbia, bugie, mistero.

Mio fratello rincorre i dinosauri di Giacomo Mazzariol è invece un romanzo di formazione, un diario sincero del giovane Giacomo, che racconta con semplicità il rapporto con Giovanni, suo fratello affetto dalla sindrome di Down, facendo riflettere ma anche  sorridere e commuovere nello stesso tempo.

simi-cosa-resta-di-noi-731x1024Dopo vent’anni da Jack Frusciante è uscito dal gruppo, Enrico Brizzi porta in libreria una storia familiare intensa, Il matrimonio di mio fratello, dove al centro stanno le vicende di Teo e Max,due fratelli ormai vicini ai quaranta, con caratteri e abitudini molto diversi, che li hanno pian piano allontanati, ma le cui vite si riavvicinano quando uno dei due scompare. Un libro bello sui trentenni e quarantenni di oggi, sulle responsabilità della  famiglia borghese italiana nella crescita di figli eterni adolescenti che faticano a lasciare il nido, refrattari alle responsabilità e all’assunzione del ruolo di adulto che la società e l’età loro impone.

Infine per gli amanti del calcio e visto che questo è il periodo degli Europei, va consigliata la raccolta di brevi racconti editi da Sellerio Il calcio in giallo, firmati da Esmahan Aykol, Gian Mauro Costa, Alicia Giménez-Bartlett, Marco Malvaldi, Antonio Manzini, Francesco Recami, Gaetano Savatteri.

Altrimenti, sempre per restare in tema, intramontabile gioiellino rimane Febbre a 90° di Nick Hornby, che racconta con ironia l’amore incondizionato per la propria squadra di calcio, l’Arsenal.

Non esiste vascello veloce come un libro per portarci in terre lontane (E. Dickinson)