I giganti della Tezenis Scaligera Basket e le bistecche di Molon, storia di una serata a Sona

Per una sera il Comune di Sona è diventata la capitale del basket veronese.

Grazie, infatti, ad un’iniziativa del sempre vulcanico Alessandro Molon di Casa Molon di Lugagnano, mercoledì sera i giganti della Tezenis Scaligera Basket sono stati ospiti a Sona, presso la bellissima e sempre magnetica Villa Sparici Landini.

L’occasione è stata una cena preparata da casa Molon per festeggiare la compagine gialloblù, che sta disputando i playoff di A2, arrivati ai Quarti, per tentare di salire in A1.

Nemmeno a dirlo, vista anche la presenza di alcuni giocatori USA, la cena preparata da Alessandro, con la sorella Valentina ed il figlio Leonardo è consistita in spettacolari piatti di carne alla brace. Con una specialità creata per l’occasione, una superbistecca da nove chili battezzata “la tagliata dei campioni”, in onore proprio dei giganti della Tezenis. Non sono mancate anche bistecche Tomahawk e pollo nostrano. Un menù che ha ampiamente soddisfatto anche i più appassionati carnivori statunitensi.

Presente alla cena gran parte della Scaligera Basket, da Jazzmarr Ferguson a Mitchell Poletti, oltre ad alcuni dirigenti della società.

A guidare il gruppo il Cristiano Zanus Fortes. Mitico pivot, Zanus Fortes ha giocato per più di un decennio in A1, con anche presenze in Nazionale, ed è in assoluto il primo giocatore italiano ingaggiato come comunitario in un campionato estero, in Germania. Con la maglia di Varese si è tolto anche lo sfizio della partecipazione al McDonald’s Open, cimentandosi contro i San Antonio Spurs di Tim Duncan, freschi vincitori del titolo NBA. “Proprio in questi giorni – ci raccontava durante la serata – festeggio con i miei compagni di allora i vent’anni dal mitico scudetto di Varese del 1999″.

A gustare le splendide carni di Molon a Sona anche un vero mito del basket come Sasha Vujacic, che da quest’anno gioca con la Tezenis e che ha ottenuto grandi risultati nell’NBA, dove ha vinto due titoli. Con la maglia dei Lakers Vujacic ha disputato ben 420 incontri tra il 2004 ed il 2010. Nella stagione 2007-08 ha chiuso con una percentuale nel tiro da tre pari al 43,5%: è proprio grazie a queste sue capacità di tiratore che gli è stato affibbiato il soprannome “The Machine”. Questo gli ha permesso di diventare stabilmente la riserva di Kobe Bryant, e di accrescere il suo minutaggio fino ad un massimo di 17,8 minuti per gara di media nel 2007-08. È stato inoltre decisivo in gara-3 della Finali NBA 2008, con 20 punti realizzati contro i Boston Celtics.

Una bella serata quindi, che ha saputo accendere i riflettori dello sport veronese sul Comune di Sona e sull’offerta enogastronomica e turistica sempre di assoluta eccellenza che il nostro territorio sa offrire.

Mario Salvetti

About Mario Salvetti

Nato nel 1969, risiede da sempre a Lugagnano. Sposato con Stefania, ha due figli. Molti gli anni di volontariato sul territorio e con AIBI. Nella primavera del 2000 è uno dei quattro fondatori del Baco, di cui è Direttore Responsabile. E' giornalista pubblicista iscritto all'Ordine dei Giornalisti.

Related posts