I film più belli del 2017 (a nostro insindacabile giudizio)

A differenza dell’anno scorso, le uscite dei film in Italia durante il 2017 sono state indubbiamente interessanti: numerosi i capolavori che hanno reso quest’anno uno dei più ricchi a livello artistico.

10. La battaglia di Hacksaw Ridge, di Mel Gibson
Mel Gibson racconta la storia di Desmond Doss, il primo obiettore di coscienza all’interno dell’esercito americano a ricevere una medaglia d’onore. Il film è ottimo dal punto di vista tecnico: montaggio suonoro e la regia immergono totalmente lo spettatore all’interno dei conflitti bellici.

9. Tutto quello che vuoi, di Francesco Bruni
Ad Alessandro, ventiduenne disoccupato, viene proposto come lavoro di accompagnare l’anziano poeta Giorgio, che soffre di Alzheimer. I due provengono da due mondi differenti, ma è proprio tale diversità che permette loro di raggiungere un equilibrio personale. Nel mare magnum delle commedie italiane spicca questa, in grado sia di raccontare una storia emozionante e sia di strappare allo spettatore qualche risata.

8. Gatta Cenerentola, di Alessandro Rak, Ivan Cappiello, Marino Guarnieri, Dario Sansone
Ispirata all’omonima piece teatrale di Roberto De Simone, Gatta Cenerentola è una favola atipica e distopica, ambientata a Napoli.
Un film d’animazione coraggioso e alternativo, arricchito da una colonna sonora strepitosa.

7. Madre!, di Darren Aronofsky
Una coppia (lei è interpretata da una straordinaria Jennifer Lawrence) vive serena e spensierata in una casa in mezzo alla natura. La tranquillità viene rotta dall’arrivo di uno sconosciuto e, successivamente, da sua moglie. I primi di una serie di eventi che saranno via via catastrofici. Il film è a tratti disturbante e sconvolge lo spettatore: si può apprezzare (soprattutto nella forma) se si accetta di rimanere impressionati.

6. Logan, di James Mangold
Ultimo spin off dedicato a Wolverine, il mutante degli X-Men, ora invecchiato e indebolito. La quotidianità del personaggio interpretato da Hugh Jackman viene interrotta quando una misteriosa bambina entra nella sua vita. Ben distaccato dallo stile degli altri cinecomics, il film racconta l’epos e il tramonto di un eroe in modo intenso ed emozionante.

5. Il diritto di contare, di Theodore Melfi
La pellicola racconta la storia vera della matematica, scienziata e fisica afroamericana Katherine Johnson, che collabora con la NASA durante la guerra fredda e che è sottoposta a sfide quotidiane col sessismo e il razzismo. Una storia di donne coraggiose e di talento. I pregi del film stanno soprattutto nella sceneggiatura e nell’interpretazione delle attici.

4. Arrival, di Denis Villeneuve
Misteriose astronavi aliene atterrano in varie zone del pianeta. La linguista Louise Banks viene assunta per comunicare con la specie extraterrestre. Arrival è molto più di un film di fantascienza: è un film sul linguaggio (in senso stretto) e sulle relazioni umane.

3. Scappa – Get out, di Jordan Peele
Il fotografo nero Chris Washington è invitato a trascorrere con la fidanzata un fine settimana dai genitori di lei. Arrivato, scoprirà terribili verità. Il film si caratterizza per essere un thriller intenso, una denuncia del razzismo in America.

2. Dunkirk, di Christopher Nolan
L’evacuazione da Dunkerque durante la seconda guerra mondiale è raccontata da tre linee narrative di ambientazione e durata diversa.
Il film è un capolavoro di regia e montaggio (non solo sonoro); un film bellico atipico, perché non si concentra tanto sulla violenza, ma soprattutto sull’attesa e la tensione. LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE.

1. La La Land, di Damien Chazelle
Mia è una cameriera che sogna di diventare un’attrice. Sebastian è un pianista che sogna di aprire un locale tutto suo. In una bellissima Los Angeles, soleggiata di giorno e stellata di notte, entrambi dovranno fare i conti con i sacrifici che le proprie ambizioni comportano.
La La Land è un capolavoro assoluto, in grado di divertire e commuovere allo stesso tempo. LEGGI LA NOSTRA RECENSIONE.

E la vostra classifica qual è? Fatemelo sapere su Facebook o su Twitter.