I cento anni di Benito “Jac” Jacovitti su francobollo (e chiudilettera)

Si è fatta attendere, con due giorni di ritardo rispetto alla data esatta (il 9 marzo), ma è arrivata: è dell’11 marzo l’emissione di Mimit e Poste Italiane appartenente alla serie tematica “Il patrimonio artistico e culturale italiano” che celebra i 100 anni dalla nascita di Benito Jacovitti.

Solo per collezionisti?

Di dimensioni insolitamente grandi (6 x 4 cm) e in carta gommata, vi sono un francobollo e un chiudilettera, i cui bozzetti recano disegni in pieno stile jacovittiano, coloratissimi e ricchi di riferimenti ad alcuni dei suoi personaggi più famosi.

Dei due, il francobollo ha valore di affrancatura, il chiudilettera ha valore decorativo. Su ogni foglio, 21 francobolli e 4 chiudilettera (posizionati agli angoli): la differenza di tiratura (700.014 contro 133.336) rende difficile procurarsi questi ultimi, scontentando i filatelisti…

Un escamotage già usato per emissioni recenti (Mafalda nel 2021, Lancia Lambda e Angela Giussani/Diabolik nel 2022) e che molto probabilmente – purtroppo o per fortuna – potrebbe riguardare altri dentelli futuri.

Il Passato

Il talento dell’autore è stato ancora oggetto di attenzione da parte della filatelia, in Italia e a San Marino: non dimentichiamo che la tematica fumettistica è da sempre tenuta in considerazione dagli appassionati grazie all’originalità delle scelte che la interessano.

A titolo esemplificativo ricordiamo che in Italia si utilizzò proprio la copertina del famoso Pinocchio di “Jac” – insieme al più recente Geronimo Stilton – per la emissione della serie Europa 2010, il cui tema quell’anno, declinato dai vari Paesi membri come da regolamento, verteva sui “Libri per l’infanzia”.

Il Presente

Di mese in mese vi sarà festa grande a Termoli, in provincia di Campobasso, città che diede i natali all’artista: un fittissimo calendario di eventi di ogni tipo gli darà lustro, segno di come una comunità sia in grado – se si impegna – di impiegare con entusiasmo tutte le risorse al fine di valorizzare il territorio.

Non a caso, il bollettino illustrativo è a cura del sindaco di Termoli, il quale scrive che Jacovitti “deformò e sbertucciò il costume del suo tempo quando gli altri si limitavano a fotografarlo”.

Un Rivoluzionario

I tributi sono senz’altro meritati: ha saputo accompagnare più di una generazione a scuola (ricordiamo il celebre “Diario Vitt”) e nello svago, popolando la fantasia di chi da piccolo si perdeva con meraviglia ed entusiasmo nelle tavole ricche di particolari e nelle storie piene di umorismo e di vita, e che ora, da adulto, sa riconoscerne tra mille la cifra stilistica, tramandando con piacere ai giovani di oggi la sua opera e rendendolo di fatto immortale.

Non solo Cocco Bill

A dimostrazione di quanto sia stato instancabilmente prolifico, basti dire che per approfondire l’autore servono… 81 volumi: tra il 2017 e il 2019 Hachette lo rese protagonista di quella che fu definita “la collana di libri monografica più lunga mai realizzata in Italia”, composta da uscite settimanali dall’enorme successo.

I redazionali sono firmati da Luca Boschi, uno dei più profondi conoscitori e divulgatori della cultura del fumetto, apprezzato in tutto il mondo, scomparso nel 2022.

La Scheda

Le passate emissioni:

San Marino 1984 https://www.ibolli.it/php/ems-sanmarino-3020.php
San Marino 1990 https://www.ibolli.it/php/ems-sanmarino-2835.php
San Marino 1997 https://www.ibolli.it/php/ems-sanmarino-2784.php
Italia 2009 https://www.ibolli.it/php/em-italia-15147-Cocco%20Bill.php
Italia 2010 https://www.ibolli.it/php/em-cept-18882-Pinocchio.php
Gli eventi previsti a Termoli: https://www.molisenetwork.net/2023/02/28/eventi-termoli-centenario-jacovitti/

Giulia Nicoli
Laureanda in Giurisprudenza all'Università di Verona, vive a Bussolengo con la famiglia. Dal 2021 è socio scrittore USFI Unione Stampa Filatelica Italiana. Da sempre si interessa di fotografia, filatelia, viaggi e arte.