Gualtiero Mazzi alla maggioranza: “Avete abbassato l’esenzione”. Scontro sull’IRPEF

Scontro a Sona tra l’ex Sindaco Gualtiero Mazzi e la nuova Amministrazione in tema di tributi locali. Nel corso dell’ultimo Consiglio Comunale, durante del quale è stato consegnato ai Consiglieri il Bilancio di Previsione 2013, è stato proprio il Consigliere della Lega Nord ed ex Primo Cittadino a sollevare la polemica sull’IRPEF.

 

Il compito di presentare sinteticamente il bilancio è spettato al Vicesindaco Caltagirone. “Siamo riusciti a tagliare alcune spese, ad esempio con l’eliminazione della linea urbana 33 e con il convenzionamento del segretario generale; inoltre, abbiamo avuto alcune entrate derivanti dalla risoluzione della vicenda del gas e dalla stipulazione di una nuova convenzione con l’asilo nido. Abbiamo privilegiato gli investimenti sul sociale e sulla scuola. Tuttavia – ha spiegato Simone Caltagirone  – far quadrare i conti non è stato semplice: negli ultimi anni, infatti, i trasferimenti statali sono diminuiti moltissimo. Per arrivare a pareggio si è reso necessario abbassare la soglia di esenzione dell’Irpef da quindicimila a diecimila euro. Purtroppo, è stata una scelta obbligata che porterà al Comune un introito di circa centosettantamila euro”.

 

Ed è qui che si è avuto l’intervento dell’ex Sindaco. “Ci avevate criticato per aver aumentato l’addizionale Irpef dallo 0,4 allo 0,8 per cento. Però – ha attaccato Gualtiero Mazzi – noi avevamo fissato la soglia di esenzione a 15 mila euro, proprio per tutelare le categorie più deboli. Abbassarla a diecimila euro, come ha fatto l’attuale maggioranza, significa andare a toccare le tasche dei meno abbienti”.

 

Una polemica che sicuramente proseguirà in occasione del prossimo Consiglio Comunale, quando quel bilancio dovrà essere approvato.

 

La Redazione
Il Baco da Seta nasce nel 2000. Nel 2007 sbarca on line con il sito allnews